I crimini violenti aumentano quando fa caldo: per quale ragione?

I crimini violenti aumentano quando fa caldo: per quale ragione?
di

Quando la temperatura sale, vengono riscaldati anche gli animi. Esiste una correlazione, infatti, che vede l'aumento dei crimini violenti nei mesi più caldi dell'anno. Possibile? In diversi studi gli scienziati hanno valutato proprio questo fattore.

In un esperimento 64 studenti hanno ricevuto delle valutazioni personali da uno sconosciuto e, successivamente, avevano la possibilità di dare a quella persona una scossa. La temperatura della stanza in cui si trovavano era o troppo calda o troppo fredda. Generalmente, scopre il team, con l'aumentare della temperatura gli studenti diventavano più aggressivi, scegliendo di dare la scossa al loro interlocutore.

Un altro studio a Los Angeles ha esaminato le temperature della città rispetto al tasso di criminalità. É stato scoperto che la criminalità complessiva aumenta del 2,2%, mentre quella violenta del 5,7%, nei giorni con temperature massime giornaliere superiori a 29,4 °C. Una tendenza simile è stata osservata anche a Londra, così come negli Stati Uniti, dove il tasso di omicidi aumenta di circa il 3% quando fa caldo.

Uno studio ancora più ampio è stato condotto in Messico, dove sono stati analizzati i dati dei tribunali dal 1997 al 2012 e i dati del Servizio meteorologico nazionale messicano. Un aumento di 1 °C aumenta linearmente il tasso di accusa di tutti i tipi di reati dell'1,3%. Ovviamente questi risultati non possono essere attribuiti a un singolo fattore e i risultati sono contraddittori.

Le spiegazioni sono tante: dal fatto che, a causa del caldo, ci sono più persone per strada fino allo "stress" causato dalle notti in bianco a causa del caldo. Insomma, sicuramente una correlazione davvero bizzarra, come quella delle recensioni negative delle candele su Amazon.

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
1