La criptovaluta Omicron fa il botto: +900% da sabato, ma non c'entra nulla col Coronavirus

La criptovaluta Omicron fa il botto: +900% da sabato, ma non c'entra nulla col Coronavirus
di

Non c'è solo il rally di SHIBA INU nei pensieri degli investitori di mememcoin ed altcoin. Come riportato da Cointelegraph, da sabato scorso è letteralmente esploso il token Omicron (OMIC), che ha riportato un +900% sulla scia delle preoccupazioni legate al diffondersi della nuova variante di Coronavirus.

Il progetto fonda le sue radici lo scorso Novembre, quando la nuova variante di Covid19 ancora non era stata scoperta e sequenziata, a seguito di un fork del protocollo OlympusDA DeFi. Ovviamente, non c'entra assolutamente nulla col Covid-19, ma evidentemente in molti l'hanno legata al virus partito da Wuhan nel 2019.

Nella fattispecie, nella giornata di lunedì OMIC ha raggiunto il massimo storico di 689 Dollari, facendo registrare un +200% rispetto alla giornata precedente ed un +945% se confrontato con il prezzo di sabato, quando era scambiata intorno ai 65 Dollari.

Immediate sono arrivate le reazioni degli esperti del mercato crypto, tra cui Mr.Whale che attraverso il proprio account ufficiale Twitter ha definito OMIC "una bolla gigante".

Nel momento in cui stiamo scrivendo, OMIC viene scambiata a 525,87 Dollari, il 38% in più rispetto alla giornata di ieri. Complessivamente, il token ha una capitalizzazione di mercato di 525 milioni di Dollari ed un volume di scambio di 239mila Dollari in 24 ore.

Quanto è interessante?
3
La criptovaluta Omicron fa il botto: +900% da sabato, ma non c'entra nulla col Coronavirus