Criptovalute: FTX dichiara bancarotta, Bankman-Fried lascia il timone

Criptovalute: FTX dichiara bancarotta, Bankman-Fried lascia il timone
di

Uno dei più importanti exchange crypto del mondo occidentale, FTX, ha annunciato di aver avviato le procedure legali previste dal codice per la bancarotta degli Stati Uniti. Un atto quasi scontato, dopo l'improvvisa crisi che ha colpito il gruppo.

Tutto è iniziato con alcuni sospetti relativi alla possibile instabilità di bilancio di Alameda Research, azienda sorella di FTX. Dopo qualche giorno dai primi rapporti, la miccia delle liquidazioni si è accesa, capitanata dal CEO di Binance Changpeng Zhao, il quale ha successivamente fatto un'offerta per l'acquisizione di FTX da parte di Binance.

Sembrava tutto fatto; eppure, a distanza di qualche ora e in seguito alle dovute operazioni di due diligence, la stessa Binance ha ritirato l'offerta per FTX. A questo punto era solo questione di giorni prima di assistere a ciò che è avvenuto, ovvero l'annuncio da parte di FTX dell'avvio del "procedimento volontario ai sensi del Capitolo 11 del Codice degli Stati Uniti per la bancarotta".

Come se non bastasse, Sam Bankman-Fried ha lasciato il timone del gruppo lasciando la carica di CEO di FTX.

Tutto ciò non prima di una liquidazione di massa, dovuta proprio alla paura di una LUNA 2.0 e tenendo conto che l'anima dell'offerta commerciale di FTX era proprio l'asset FTT, che portava a importanti agevolazioni per gli holder.

La ricostruzione fatta dai colleghi di WCCFTech è che tutto sia scaturito dai sospetti di un possibile schema Ponzi in cui Alameda acquistava FTT a poco con FTX che ne controllava artificialmente il valore con regolari burn.

Il 5 novembre, sono stati identificati grossi movimenti di FTT verso l'exchange Binance, per una cifra totale di poco meno di 600 milioni di dollari. Vani i tentativi di sedare il panico, con il colpo di grazia affondato proprio da CZ e dal suo annuncio di voler liquidare le posizioni di Binance in FTT per circa 2 miliardi (all'epoca dei fatti).

FONTE: wccftech
Quanto è interessante?
4