Criptovalute, Unicredit precisa: "nessuno stop agli acquisti di valute virtuali"

Criptovalute, Unicredit precisa: 'nessuno stop agli acquisti di valute virtuali'
di

Qualche giorno fa ha suscitato molto clamore l'articolo pubblicato dal fatto in merito alle misure di Unicredit contro l'acquisto di criptovalute. Molti utenti, infatti, si sono imbattuti in una politica interna che parlava del blocco dei pagamento in caso di acquisto di token come BTC, ETH e simili.

Ebbene, l'istituto di credito italiano ha voluto mettere fine alla vicenda nata da un tweet pubblicato dal Customer Care, che aveva scatenato un vero e proprio caso.

Nello scusarsi per il fraintendimento che ha provocato agli utenti, Unicredit specifica che "confermiamo che UniCredit attualmente non effettua alcuna attività di investimento in criptovalute. Va però chiarito che UniCredit non inibisce assolutamente ai propri clienti transazioni di compravendita in valute virtuali, ferme restando le raccomandazioni sui rischi associati a questi strumenti".

Sostanzialmente, quindi, non è prevista la chiusura del conto come indicato in precedenza. Non è chiaro se la policy interna sia ancora valida o meno, ma la banca aveva specificato che “le attuali policy di Gruppo vietano relazioni con controparti emittenti valute virtuali o che agiscono da piattaforme di scambio”.

Resta però la distanza dalle criptovalute, ed Unicredit in una pagina di supporto specifica che "attualmente non effettua alcuna attività di investimento in criptovalute (valute virtuali) né per conto dei propri clienti, né per conto proprio. UniCredit offre consulenza e propone diversi prodotti e servizi di investimento basandosi sulle caratteristiche di ciascun cliente”.

FONTE: CorCom
Quanto è interessante?
3