Criptovalute, weekend da incubo: bruciati 400 miliardi di Dollari, Bitcoin ancora in calo

Criptovalute, weekend da incubo: bruciati 400 miliardi di Dollari, Bitcoin ancora in calo
di

Il weekend che si è da poco concluso è stato da incubo per il mercato delle criptovalute. Complessivamente, nel fine settimane sono stati bruciati 400 miliardi di Dollari di monete virtuali, un crollo che ha consentito ad El Salvador di acquistare altri 150 BTC. La situazione però quest'oggi non sembra in miglioramento.

Dopo il crollo di 10mila Dollari del valore di BTC avvenuto qualche giorno fa, infatti, la criptovaluta più famosa del mercato continua a riportare forti cali e nel momento in cui stiamo scrivendo viene scambiato a 47.448,67 Dollari, il 3,68% in meno rispetto a 24 ore fa, mentre su base settimanale le perdite sono quasi del 17%.

Cala anche Ethereum, a 3.965,74 Dollari, il 5,76% in meno rispetto ad ieri ed il 7,96% in meno rispetto ad una settimana fa. In generale però sono tutti i principali token a riportare ribassi: Solana perde l'8,27%, Cardano il 7,52% XRP il 7,85% e Polkadot il 10%. Tra i memecoin segnaliamo Dogecoin con un -7,32%, mentre Shiba Inu riporta un -9,77%.

Complessivamente, la capitalizzazione di mercato totale è passata da 2,6 trilioni di Dollari a 2,2 trilioni di Dollari, secondo le ultime rilevazioni di Coinmarketcap. Le ragioni di tale calo, come avvenuto anche in passato, sono difficili da giustificare ma potrebbero aver pesato le preoccupazioni legate alla nuova variante di Coronavirus Omicron e la possibile regolamentazione da parte della Federal Reserve.

Quanto è interessante?
3