Criptovalute, weekend rosso: Bitcoin continua a scendere, si fermerà?

Criptovalute, weekend rosso: Bitcoin continua a scendere, si fermerà?
di

Dopo un venerdì nero per le criptovalute, che in molti speravano fosse autolimitante, la striscia negativa continua a dominare nel mercato delle criptovalute, capitanato da BTC che trascina con sé molte delle migliori altcoin.

Un capitombolo particolarmente profondo, avvenuto nella notte del 22 gennaio 2022, ha portato le maggiori monete virtuali a perdere dall'8% fino anche al 26%. Ma vediamo nello specifico alcuni dei player più noti.

Si parte proprio da Bitcoin (BTC) che, con il suo -8% tocca, ma non sfonda, il muro dei 35000 dollari. Mai così in basso dal luglio del 2021, con una capitalizzazione che attualmente si attesta sui 676,8 miliardi di dollari.

Ne condivide le sorti Ethereum (ETH), con un calo percentuale in doppia cifra. Siamo, infatti, nell'ordine del -14%, con un valore attuale per singolo ETH di 2400 dollari. Per intenderci, questi valori non si vedevano da marzo dello scorso anno. Tuttavia, Ether conserva la sua seconda posizione, con un Market Cap di 295,5 miliardi di dollari. Allo stesso modo BNB, con un calo del 18%, scende a 351 dollari.

Dopo l'ottimo rally di Cardano con il +8% della scorsa settimana, anche ADA cede il fianco al ribasso. Sesta sul mercato, quarta al netto delle stablecoin Tether e USDC, anche lei scende del 15%, arrivando al minimo di 1,04 dollari per una capitalizzazione di 34 miliardi. Non accadeva da luglio 2021.

Tra le più sfortunate, citiamo LUNA, con il suo clamoroso drop del 26% che la porta a un valore di 57,8 dollari per singolo token e un Cap di mercato pari a poco più di 23 miliardi. Stessa sorte per SHIB, una delle memecoin più apprezzate dalla community, che, con il suo -24%, scivola fino alla sedicesima posizione, con una capitalizzazione di 10,7 miliardi di dollari.

Quanto è interessante?
3
Criptovalute, weekend rosso: Bitcoin continua a scendere, si fermerà?