Crisi climatica: Italia ed Europa flagellati da maltempo ed incendi

INFORMAZIONI SCHEDA
di

Quella che stiamo vivendo è un'estate davvero emblematica. Tra siccità, crisi idrica e cupole di calore che lasciano spazio a temporali violenti e distruttivi, con grandine dalle dimensioni come palle da tennis o trombe d'aria che flagellano e distruggono le città. Una crisi climatica che sta mettendo in ginocchio l'Italia e l'Europa.

Sembra davvero un bollettino di guerra quello che l'Europa sta vivendo da settimane. Dagli enormi incendi boschivi in Spagna e Portogallo, contenuti solo nelle ultime ore dopo giorni di paura, agli impressionanti allagamenti avvenuti a Parigi, dopo che una gigantesca perturbazione ha rilasciato enormi quantità d'acqua, costringendo la capitale francese a chiudere stazioni della metropolitana, negozi, uffici ed altre strutture.

Una situazione, quella europea che quindi segna un netta separazione tra i Paesi che sono flagellati da ingenti piogge e trombe d'aria, e quelli che invece stanno vivendo una delle peggiori crisi idriche e di siccità degli ultimi decenni.

Ma una tale follia climatica, sfortunatamente, la stiamo vivendo anche noi in Italia, che è letteralmente divisa in due dal punto di vista meteorologico. Una parte sferzata dal maltempo ed un'altra messa in ginocchio da enormi cupole di caldo afoso.

Da diverse ora infatti un enorme temporale sta colpendo l'Italia centro-settentrionale, con la caduta di migliaia i fulmini in Liguria, Emilia Romagna, Toscana e Veneto. Una situazione drammatica che purtroppo ha già fatto segnare dei decessi, oltre a feriti e distruzione.

In Toscana, infatti, durante il passaggio di un fortissimo temporale, violenti raffiche di vento (oltre 120Km/h) hanno causato 2 vittime e diversi feriti, oltre a danni enormi in diverse città, come Massa e Piombino. In Veneto, inoltre, si riportano nubifragi e correnti d'aria imponenti, che hanno addirittura fatto cadere frammenti dal Campanile di San Marco a Venezia.

E mentre devastanti grandinate distruggono parti della Liguria, al centro-sud una enorme bolla di calore porta i termometri di molte città a toccare punte di 43°, con un alto tasso di umidità che lo fa percepire ancora più intensamente. Emblematica, ad esempio, la situazione di Palermo letteralmente nella morsa di diversi incendi che stanno creando non pochi problemi all'intera città.

Quella che stiamo vivendo è davvero una follia climatica, a cui purtroppo dovremo forse abituarci. D'altronde, secondo recenti studi, le ondate di caldo estremo saranno la nuova normalità. Siamo pronti a tutto ciò?

Quanto è interessante?
5
Crisi climatica: Italia ed Europa flagellati da maltempo ed incendi