Crisi dei semiconduttori: Ford annuncia una partnership per produrre chip per automobili

Crisi dei semiconduttori: Ford annuncia una partnership per produrre chip per automobili
di

La crisi dei semiconduttori è ormai una realtà con cui il mondo dell'hi-tech deve fare i conti e di cui non si vede una fine: pochi giorni fa, il CEO di Foxconn ha fatto delle previsioni negative sul chip shortage, dicendo che durerà fino al 2023, mentre Apple ha dovuto recentemente Tagliare la produzione degli iPad in favore degli iPhone.

Per combattere la carenza di chip, questa volta soprattutto nel campo dell'automotive, Ford ha annunciato una partnership con GlobalFoundries, un'azienda specializzata nella produzione di chip per il settore automobilistico. La partnership viene descritta come una "collaborazione strategica" tra le due aziende, che fa di Ford il cliente principale di GlobalFoundries. Inoltre, Ford e GlobalFoundries lavoreranno insieme sia all'aumento della produzione di chip nel breve termine che al design di componenti per automobili dal prossimo anno in poi.

Tra le tecnologie su cui è centrata la partnership tra le due aziende troviamo gli Advanced Driver Assistant Systems, o ADAS, i sistemi di gestione della batteria e i network di rete interni ai veicoli, soprattutto "in vista di un futuro elettrificato, automatizzato e connesso. GF e Ford esploreranno insieme una serie di opportunità espanse per la manifattura di chip in supporto all'industria dell'automotive".

Al momento, comunque, le due aziende non sono scese nei particolari riguardo a come intendono aumentare la produzione di chip nel campo automobilistico. La portavoce di Ford Jennifer Flake, in particolare, ha descritto la partnership come "un accordo per lavorare insieme nei settori degli ADAS, delle batterie e dei network di rete", senza fornire ulteriori informazioni.

Quanto è interessante?
1