La crisi dei semiconduttori miete un'altra vittima: le cartucce per stampanti Canon

La crisi dei semiconduttori miete un'altra vittima: le cartucce per stampanti Canon
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Non è periodo positivo per le stampanti Canon: pochi mesi fa, alcuni utenti hanno fatto causa a Canon per via di un comportamento "scorretto" delle sue stampanti, che bloccano le funzioni di fax e scanner quando terminano le cartucce. Oggi, invece, il problema sono le cartucce stesse, divenute introvabili a causa della crisi dei semiconduttori.

Canon, infatti, ha annunciato con un post ufficiale sul proprio sito che la crisi globale dei semiconduttori ha imposto un cambiamento nel modo in cui vengono realizzati i toner per stampanti. L'azienda ha infatti deciso di realizzare dei toner privi di chip, almeno per il momento, come misura per evitare il blocco della produzione. Canon dunque produrrà cartucce prive di chip per le proprie stampanti e per tutti i propri device che le richiedono.

L'aziena ha spiegato che le cartucce chip-less usciranno a febbraio, ma che si aspetta di tornare alla produzione "standard" non appena possibile. L'annuncio ufficiale dell'azienda dice che "la crisi globale dei semiconduttori sta impattando sulle scorte di molti device elettronici e di alcuni accessori. Tra questi ultimi, essa ha avuto un impatto sui toner e sulle cartuce di Canon per le stampanti business e multifunzione".

Canon non ha spiegato se ci saranno carenze nelle scorte di toner, ma pare che, finché le nuove cartucce chip-less non saranno messe in commercio, potrebbe verificarsi dei rallentamenti nelle consegne dei prodotti nei negozi. L'azienda spiega che "per assicurare che i propri clienti non perdano neanche una stampa, Canon ha inventato delle innovazioni che aggirano la crisi dei chip, assicurandosi di poter comunque garantire toner e cartucce. Canon ha iniziato a produrre cartucce prive di chip. Benché ci saranno degli inevitabili, benché minori, cambiamenti all'esperienza utente, l'esperienza di stampa rimarrà la stessa".

Al momento, i chip delle cartucce ne determinano l'originalità, e servono per indicare i livelli di inchiostro e di utilizzo ai programmi di monitoraggio per PC, tra le altre cose. Una cartuccia priva di chip, dunque, è sicuramente meno ergonomica per gli utenti, ma la qualità di stampa dovrebbe rimanere invariata. Intanto, Canon è finita nella bufera mediatica lo scorso anno, quando ha deciso di installare delle fotocamere e di utilizzare l'IA per monitorare costantemente i propri lavoratori.

FONTE: Neowin
Quanto è interessante?
1