Crollano le vendite di smartphone: pesa la mancanza di innovazione

Crollano le vendite di smartphone: pesa la mancanza di innovazione
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Un nuovo rapporto pubblicato da Gartner certifica un trend di cui si parlava già da tempo. Nell'anno in corso, infatti, i produttori venderanno 68 milioni di smartphone in meno, per un calo del 3,8% rispetto al 2018, il peggiore della storia del settore.

Il rapporto attribuisce la domanda inferiore ai consumatori che sostituiscono gli smartphone con meno frequenza, anche a causa della mancanza di novità. Il tutto si traduce in un ciclo di aggiornamento inferiore, con conseguente crollo della domanda. Complessivamente, le spedizioni globali dei dispositivi, inclusi PC, tablet e telefoni cellulari, diminuiranno di circa 74 milioni nell'anno in corso.

Anche altre aziende, come eMarketer, hanno previsto un rallentamento del mercato entro il 2020. Ranjit Atwall, direttore della ricerca di Gartner, nella nota si sofferma sull'assenza di innovazione come ragione principale per cui gli utenti restano più a lungo con i loro dispositivi.

L'ago della bilancia però potrebbe essere rappresentato dal lancio del 5G: i dispositivi abilitati potrebbero attivare nuove ondate di clienti già dal prossimo anno. Nel documento i ricercatori affermano che nel 2023 gli smartphone 5G rappresenteranno circa il 51% delle vendite complessive, rispetto al 6% del 2020.

Sostanzialmente quindi il rapporto non fa altro che confermare quanto detto in precedenza. Per i produttori di smartphone la sfida è tutt'altro che facile.

Staremo a vedere quale sarà il riscontro del Galaxy Note 10 e dei nuovi iPhone.

FONTE: CNET
Quanto è interessante?
3