Il curioso effetto Flynn, ma l'umanità sta davvero diventando più stupida?

Il curioso effetto Flynn, ma l'umanità sta davvero diventando più stupida?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nel 1905 gli psicologi Alfred Binet e Théodore Simon idearono un test psicologico per scoprire quali bambini necessitassero di un'attenzione particolare a scuola. Successivamente la coppia credeva che abilità dimostrabili come il ragionamento verbale e la memoria di lavoro fossero indicative dell'intelligenza... e crearono la base del test del QI.

"Simon e Binet pensavano che le abilità valutate dal loro test riflettessero l'intelligenza generale. Ma sia allora che adesso, non esiste un'unica definizione concordata di intelligenza generale", spiega il dott. Stefan Dombrowski in un Ted-Ed Talk. All'epoca, però, i test del QI vennero mal interpretati, soprattutto da eugenisti (ovvero coloro che credono nel concetto di "razza" e vogliono far avanzare e sviluppare solo quella a cui appartengono definendola "superiore") e militari.

Queste prove di intelligenza - all'epoca - vennero utilizzate per determinare chi doveva essere proposto per l'addestramento degli ufficiali, ma in realtà, le reclute dell'esercito americano provenivano da ambienti diversi e molti erano immigrati che non avevano un'istruzione formale o un inglese fluente, portando a punteggi negativi, anche qualora fossero stati più intelligenti.

Fatte le dovute premesse, nel corso del tempo è stato osservato quello che gli scienziati chiamano "Effetto Flynn". In parole povere, i punti QI generalmente aumentano di circa tre punti per decennio. L'effetto può essere in gran parte spiegato da fattori ambientali, dal miglioramento della scolarizzazione a una migliore alimentazione negli anni successivi alla prima e alla seconda guerra mondiale.

Tuttavia, uno studio condotto in Norvegia, dove sono stati analizzati i test del quoziente intellettivo per mezzo secolo, ha mostrato un calo dalla metà degli anni '90. Un altro studio australiano sui bambini non ha mostrato alcun miglioramento nei punteggi tra il 1975 e il 2003, mentre i test nel Regno Unito hanno mostrato un calo di circa 2-6 punti tra il 1980 e il 2008. Cosa sta succedendo? L'umanità sta diventando più stupida?

Parte di questa inversione potrebbe essere dovuta alla minore enfasi data nell'eseguire questi test, nonché ai cambiamenti nella classe sociale in questo periodo di tempo. C'è anche da considerare che, prima, gli studenti venivano istruiti proprio per "passare" queste prove, mentre oggi non ha alcuna priorità nelle nostre aule scolastiche.

Nel frattempo, l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha proposto una possibile spiegazione per il declino: un corrispondente aumento dell'inquinamento "che può danneggiare il cervello in via di sviluppo, il che è particolarmente preoccupante perché questo danno può compromettere la funzione cognitiva per tutta la durata della vita."

È interessante notare che negli anni '80 ci fu un calo del QI di circa quattro o cinque punti a causa dell'inquinamento di piombo trovato all'interno della benzina per anni. La buona notizia è che - in modo simile al metallo pesante - l'inquinamento atmosferico può essere ridotto, e con benefici quasi immediati per la salute.

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
4
Il curioso effetto Flynn, ma l'umanità sta davvero diventando più stupida?