INFORMAZIONI SCHEDA
di

Importante progetto dall'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, dove i ricercatori hanno creato un robot morbido in grado di arrampicarsi sugli oggetti in maniera molto simile alle piante. La ricerca è stata pubblicata la scorsa settimana sulla rivista Nature Communications, e potrebbe portare d importanti benefici.

Nello specifico, si ipotizza la creazione di una nuova generazione di robot molli e tecnologie indossabili, come i fitness tracker che potrebbero adattarsi alla forma del polso.

La comparazione con le piante è facile, in quanto queste si muovono lentamente nella direzione in cui crescono, il tutto sfruttando il trasporto dell'acqua o l'osmosi delle cellule. Il robot dell'IIT ha invece un corpo in polietilene flessibile riempito con un liquido carico di ioni, che riproduce esattamente in maniera elettrica il processo che vi abbiamo spiegato poco sopra. A livello energetico è basato su una batteria a bassa tensione, che permette al flusso di liquido caricato elettricamente all'interno del robot di dirigersi verso un lato o in un altro. Il movimento del liquido infatti fa si che il robot si muova in una determinata direzione, permettendogli di strisciare o avvolgere un palo. Per srotolarlo basta semplicemente invertire la polarità della carica.

Come vi mostriamo nel video poco sopra, l'intero processo però richiede tempo, proprio come le piante. Si tratta di una delle prime volte in cui un robot morbido è in grado di imitare il movimento delle piante. Secondo molti in futuro questa tecnologia potrebbe permettere ai robot superpotenti di adattarsi all'ambiente circostante.

FONTE: Futurism
Quanto è interessante?
4