Datagate: Cambridge Analytica potrebbe aver avuto accesso ai messaggi di Messenger

di

E' il giorno dell'audizione al senato di Mark Zuckerberg. Alle 21 ora italiana, il fondatore ed amministratore delegato di Facebook si presenterà davanti al Congresso degli USA per l'attesa deposizione sullo scandalo Datagate che, nel frattempo, si allarga ulteriormente.

Le nuove indiscrezioni trapelate sul web riferiscono che la compagnia inglese Cambridge Analytica avrebbe ottenuto l'accesso ai messaggi privati di Facebook Messenger. Una notizia a tutti gli effetti scioccante, che rende il tutto ancora più inquietante.

Come sottolineato dal ricercatore Jonathan Albright, infatti, la vulnerabilità risale alla prima versione dell'API Graph di Facebook, che consentiva alle applicazioni di ottenere enormi quantità di informazioni sugli amici degli utenti con un unico prompt. Una volta concesso tale permesso le applicazioni come Cambridge Analytica avrebbero potuto raccogliere dati per anni fino alla loro eliminazione, o fino al momento in cui Facebook ha limitato i poteri delle API, con la versione 2.0 rilasciata nel 2015.

Nei dati che la prima versione dell'API Graph poteva raccogliere figurava anche la capacità di leggere i messaggi privati di Facebook attraverso la richiesta "read_mailbox".

Facebook ha confermato a Wired che un numero relativamente piccolo di utenti ha concesso l'accesso a Messenger: solo 1.500 persone, per la precisione avrebbero dato l'ok all'applicazione "This Is Your Digital Life" di accedere ai dati.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
4