I dati del Parker Solar Probe, la sonda che sta sfidando il Sole, sono stati resi pubblici

I dati del Parker Solar Probe, la sonda che sta sfidando il Sole, sono stati resi pubblici
di

Quando parliamo del Parker Solar Probe, stiamo parlando di una delle più importanti sonde spaziali mai sviluppate, che ha lo scopo di scoprire i segreti della nostra bella stella. Durante la sua missione, il veicolo spaziale eseguirà un totale di 24 avvicinamenti, e gli ultimi tre lo porteranno a meno di 6 milioni di chilometri dalla superficie.

Non servirà aspettare sette anni (la durata della missione) per analizzare i dati della sonda, perché i primi set sono già stati inviati recentemente. Tali informazioni sono state raccolte dal veicolo della NASA durante i suoi primi due passaggi ravvicinati.

I voli hanno avvicinato il veicolo spaziale alla nostra stella più di qualsiasi altro strumento costruito dall'uomo, offrendo agli scienziati un'incredibile opportunità di conoscere al meglio il nostro corpo celeste principale.

"Parker Solar Probe sta attraversando nuove frontiere dell'esplorazione spaziale, dandoci così tante nuove informazioni sul Sole", ha dichiarato Nour E. Raouafi, scienziato del progetto presso l'Università John Hopkins, in una nota. "Il rilascio di questi dati al pubblico consentirà loro non solo di contribuire al successo della missione insieme alla comunità scientifica, ma anche di aumentare l'opportunità di nuove scoperte al livello successivo".

A bordo del veicolo ci sono quattro strumenti scientifici: il Fields Experiment, che studia campi elettrici e magnetici; l'Integrated Science Investigation of the Sun, che misura le particelle cariche ad alta energia nel vento solare e nella corona; il Wide-Field Imager for Solar Probe, che studia il vento solare; e il Solar Wind Electrons Alphas and Protons Investigation, che misura i diversi tipi di particelle nel vento solare.

Attualmente il Parker Solar Probe ha già realizzato il suo terzo passaggio ravvicinato del Sole; il prossimo avvicinamento della sonda sarà il 29 gennaio 2020.

FONTE: space.com
Quanto è interessante?
6