I deepfake sono diventati più facili da creare grazie ad un nuovo algoritmo

di

Del problema dei deepfake abbiamo a più riprese parlato su queste pagine, e piattaforme come Reddit sono corse ai ripari per evitare cause legali e denunce. Tuttavia, un nuovo documento di ricerca pubblicato in rete mostra che il fenomeno è tutt'altro che arginato.

I ricercatori del Centro d'Intelligenza Artificiale di Samsung hanno creato un nuovo algoritmo che rende estremamente facile la creazione dei deepfake: basta una solo fotografia per addestrare il modello e generare filmati vicini alla realtà, al punto che sarebbero molto difficili da identificare.

I ricercatori sono stati in grado di ottenere il risultato tramite la creazione di un algoritmo che si basa su alcuni punti di riferimento unici nella faccia (la forma generale del viso, gli occhi, la forma della bocca ed altro), che vengono scansionati in un archivio pubblico contenente 7.000 immagini di celebrità.

In questo modo, l'IA è in grado di mappare le caratteristiche da una foto per generare dei deepfake. Come dimostrato dal team, il modello funziona anche con la Mona Lisa ed altri dipinti, il tutto partendo da una sola fotografia. Nel filmato vengono presi come base dei ritratti di Albert Einstein, Fëdor Dostoevskij e Marilyn Monroe, che prendono vita come se fossero Live Photos di un iPhone.

In molti di questi sono presenti elementi che rendono riconoscibili i deepfake, ma il passo in avanti registrato da questo nuovo metodo potrebbe aprire le porte ad altri utilizzi della tecnologia.

Il tutto a discapito delle celebrità di Hollywood, che spesso sono state interessate da utilizzi non certo positivi dei deepfake. Il caso più eclatante è quello di Scarlett Johansson, che a più riprese ha affermato di non essere in grado di fermare la propagazione di formati deepfake a sfondo pornografico che la vedono protagonista.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
5