Denuncia Apple per 10 miliardi di Dollari: ha copiato l'iPhone da bozzetti

di

I ragazzi di MacRumors hanno effettuato una scoperta che, se da una parte risulta quanto meno inquietante, dall'altra dimostra come le società che operano nel settore tecnologico siano sempre più nel mirino di persone che farebbero di tutto per portare a casa qualche somma di denaro.

Un residente della Florida, tale Thomas S. Ross, infatti, ha presentato una querela contro Apple la scorsa settimana, sostenendo che l'iPhone, iPad ed iPod violano una sua invenzione del 1992 che descrive un “dispositivo per la lettura elettronica”. La richiesta presentata al tribunale è molto semplice: l'uomo infatti che Apple ha copiato i propri dispositivi basandosi su un suo bozzetto di 24 anni fa.
Tra il Maggio del 1992 ed il 10 Settembre dello stesso anno, infatti, Ross ha disegnato tre schemi tecnici a mano costituiti da alcuni pannelli rettangolari con gli angoli arrotondati che “incarnano una fusione di design e funzionalità in un modo che non esisteva prima del 1992”.
Ross quindi ha reclamato tale brevetto, in quanto ha presentato all'ufficio che si occupa dei diritti la richiesta nel 2014, ed ha richiesto un risarcimento in denaro di almeno 10 miliardi di Dollari, ed una royalty di un massimo dell'1,5% sulle vendite mondiali dei dispositivi che violano tale brevetto.

FONTE: MacRumors
Quanto è interessante?
0
Denuncia Apple per 10 miliardi di Dollari: ha copiato l'iPhone da bozzetti