Le dichiarazioni sugli alieni fatte da Haim Eshed: vediamo perché NON dobbiamo fidarci

Le dichiarazioni sugli alieni fatte da Haim Eshed: vediamo perché NON dobbiamo fidarci
INFORMAZIONI SCHEDA
di

È notizia degli ultimi giorni la "sconvolgente" dichiarazione di Haim Eshed, l'ex capo della sicurezza spaziale (adesso in pensione) di Israele. Secondo quanto riportato ovunque, Eshed avrebbe fatto delle notevoli dichiarazioni sull'esistenza degli alieni e il loro coinvolgimento con i governi del nostro pianeta. Ma entriamo nel dettaglio.

Questa specie aliena sta cercando di capire "il tessuto dell'universo", si legge. L'ex capo delle sicurezza spaziale ha anche affermato che la civiltà galattica ha firmato accordi di cooperazione tra le specie, inclusa la costruzione di una base sotterranea nelle profondità di Marte dove sono presenti astronauti americani e rappresentanti alieni.

Lo stesso Donald Trump, a conoscenza dell'esistenza degli extraterrestri, è stato sul punto di rivelare tutte le informazioni ai suoi concittadini, ma gli è stato chiesto di non farlo per prevenire possibili ripercussioni sociali. Insomma, sicuramente delle dichiarazioni molto forti, soprattutto che provengono da un uomo con una carriera davvero rispettabilissima, ma c'è da fare qualche appunto.

Innanzitutto, l'unica fonte che abbiamo delle parole di Haim Eshed provengono da un'intervista al quotidiano israeliano Yediot Aharonot pubblicata il 2 Dicembre. C'è però un problema: il quotidiano in questione è in lingua ebraica (potrete controllare voi stessi in questo indirizzo) e, per leggere il tutto, si deve effettuare un abbonamento.

La maggior parte delle informazioni, infatti, sono state diffuse traducendo semplicemente la pagina iniziale della notizia del quotidiano, ma non è stata pubblicata la parte più importante e sicuramente significativa: Eshed si trovava lì per pubblicizzare il suo libro che, così come riporta il quotidiano, si chiama "The Universe Beyond the Horizon", in cui si parla proprio di alieni.

La possibilità, quindi, che l'ex capo della sicurezza spaziale abbia fatto volutamente queste dichiarazioni per pubblicizzare la sua ultima uscita è davvero molto probabile. Inoltre, cosa ancor più importante, c'è da considerare che Eshed non ha citato nessuna fonte o prova che potesse dimostrare quanto detto nella sua intervista.

Lo stesso Nick Pope, che in passato ha indagato sugli UFO per un'ex divisione del Ministero della Difesa britannica, ha dichiarato a NBC News che queste affermazioni non sono nient'altro che "uno scherzo pratico o una trovata pubblicitaria per aiutare a vendere il libro". Le parole del signor Eshed, inoltre, potrebbero essere state "perse nella traduzione, o qualcuno potrebbe aver distorto il suo significato".

Notizie del genere è sempre bene prenderle con le pinze, poiché la loro diffusione incontrollata (come sta già accadendo) potrebbe risultare controproducente, alimentando ancora di più la diffusione di fake news e sfiduciando l'opinione sui scienziati e i governi che, a detta di molti, ci tengono "nascoste delle cose".

Quanto è interessante?
6