Che differenza c'è tra Spam e Scam? Due parole simili, ma molto diverse

Che differenza c'è tra Spam e Scam? Due parole simili, ma molto diverse
di

Qualche giorno fa abbiamo visto come evitare i tag Instagram su pagine poco affidabili, usando due termini che sono apparentemente simili tra loro e pure con una certa correlazione, ma sono estremamente diversi nel significato: spam e scam. Per chiarire qualsiasi dubbio, dunque, vediamo a cosa si riferiscono nel dettaglio.

Il termine “spam” qualcuno potrebbe averlo già letto, per esempio, nel menu del proprio indirizzo di posta elettronica: qualsiasi provider, infatti, ormai inserisce nel loro servizio e-mail una scheda detta “spam” dedicata alla posta elettronica invasiva che si riceve. Spam, infatti, da vocabolario è un termine inglese utilizzato per indicare “messaggi non pertinenti o non richiesti inviati su Internet, tipicamente a un numero elevato di utenti, a fini di pubblicità, phishing, diffusione di malware”.

La curiosità di qualche lettore potrebbe però portare alla domanda: ma che relazione c’è tra questo “spam” e la famosa carne in scatola il cui trademark è proprio Spam? Ebbene, il collegamento ha origine negli anni ’70 con uno sketch comico del Monty Python’s Flying Circus in cui in una locanda ogni pietanza risulta essere a base di Spam, diventando quindi una parola sinonimo di “fastidio” a causa della ripetizione del termine; successivamente, a fine anni ’70 e inizio anni ’80, nelle prime chat room online divenne una usanza definire come “Spam” la ripetizione di parole o frasi noiose nella chat, con l’obiettivo di infastidire utenti e allontanarli dalla chat room. Nel 1994, poi, avvenne l’invio della prima, storica mail etichettata come Spam.

D’altro canto, il termine “Scam” viene utilizzato per indicare schemi o piani fraudolenti usati per imbrogliare qualcuno per denaro o qualcos'altro di valore; in altre parole, “scam” significa semplicemente “truffa”. Esiste però un legame importante tra scam e spam, in quanto la truffa può essere perpetrata tramite e-mail sfruttando la e-mail spam: famosi sono i casi delle mail dei principi nigeriani oppure di qualche regalo da parte di Amazon. Insomma, lo scam può avere successo se una persona si fida erroneamente dello spam.

Cogliamo quest’occasione per ricordare di prevenire le truffe online controllando sempre chi vi manda le e-mail per cui avete qualche sospetto, evitando inoltre di diffondere vostri dati personali via Internet a contatti poco affidabili.

A proposito di truffe, su WhatsApp sta girando la nuova truffa del Green Pass.

Quanto è interessante?
2