Digital Bros punta su CityGlance, il primo social network per i commuters di tutto il mondo!

di

Si chiama CityGlance ed è il primo social network che crea connessioni tra le persone sui mezzipubblici, un'idea di tre giovani informatici milanesi, Carlo Banfi, Dino Ricceri ed Enrico Vecchio.Vi è capitato di scambiare occhiate complici con qualcuno in metropolitana e poi di vederloscendere senza poterlo conoscere? A tre ragazzi milanesi è successo, ed è così che hannoinventato CityGlance, il social network per ritrovare gli "sguardi perduti".

Il concept di CityGlance nasce all'inizio del 2012, e già a Agosto Elena Antognazza si unisce al team come mentor e business advisor, per accompagnare al lancio l'idea sul mercato Italiano ed estero.Più avanti nel 2013 anche Daniele Gabbai entra a supportare il team nel ruolo di businessdevelopment.Il 10 di gennaio viene lanciata la beta web che raccoglie in pochi mesi oltre 5 mila adesioni suMilano. In breve tempo, Mind The Bridge sceglie i tre ragazzi per un programma di accelerazione d'impresa che li porta a vincere un corso di un mese a San Francisco presso la MTB Business School. Tornati dall'esperienza statunitense si aggiudicano una grant da parte di Telecom Italia per il programma di incubazione di Working Capital.L'app mobile di CityGlance si rivolge ad un target estremamente ampio ed eterogeneo,potenzialmente a tutte le persone accomunate dall'esigenza di prendere i mezzi pubbliciquotidianamente: i giovani saranno probabilmente più interessati a fare nuove "amicizie", sfruttare le sfide multiplayer con diversi gamers e condividere il viaggio con i propri amici, mentre un target più maturo troverà molto utile la possibilità di ricevere ed inviare agli altri viaggiatori messaggi di alert su una determinata linea/tratta.Tutto ciò nel rispetto della privacy dei suoi utenti che, grazie alle impostazioni integrate, avranno la possibilità di decidere liberamente quali informazioni/azioni condividere o no.Digital Bros, società attiva nel settore dell'intrattenimento digitale, ha deciso di "condividere ilviaggio" con CityGlance verso il successo, investendo sul progetto "made in Italy" dei tre ragazzi, certa del potenziale di questa app che esordirà prima a Milano, successivamente a Roma per poi passare alle principali metropoli europee e statunitensi.
"Appena ci è stato sottoposto il progetto CityGlance abbiamo subito capito la validità dell'idea di questo team sì giovane ma estremamente competente" ha commentato Rami Galante CEO di Digital Bros. "Le possibili declinazioni che l'app di CityGlance potrà avere sulla vita dei viaggiatori metropolitani sono molteplici e, a nostro avviso, considerando l'impressionante crescita del fenomeno dei "casual gamers" sui mezzi pubblici, il social/proximity gaming potrebbe essere ben presto una delle caratteristiche di maggior appeal. Siamo quindi certi che la nostra struttura, grazie alle elevate competenze nel digital entertainement e alla presenza capillare con uffici in Europa e America, sia il partner ideale per lanciare CityGlance nella maggiori metropoli mondiali" "Siamo molto onorati e felici che un'azienda importante come Digital Bros abbia credutofortemente nella nostra idea." - afferma Carlo Banfi - "Grazie alla grande esperienza maturata nel mondo dell'intrattenimento digitale e ai suoi asset internazionali, Digital Bros è per noi il partner ideale, sia dal punto di vista di business che da quello umano. Questa partnership rappresenta, per il nostro progetto di social/proximity gaming ed entertainment, la migliore opportunità che potessimo sperare di cogliere."CityGlance uscirà in versione app per iOS a fine settembre mentre Android seguirà poco più tardi, entrambe completamente gratuite.

Quanto è interessante?
0