Digitale Terrestre, cambiano le frequenze in due regioni: le province interessate

Digitale Terrestre, cambiano le frequenze in due regioni: le province interessate
di

A pochi giorni dall’attivazione della codifica MPEG-4 su su digitale terrestre, continua il processo di refarming a livello nazionale. Da oggi, 15 Marzo 2022, è in corso la riorganizzazione delle frequenze in nuovi territori.

Nello specifico, è interessata la Regione Marche dove il processo si concluderà il 6 Aprile 2022. La prima provincia ad essere interessata sarà Pesaro-Urbino, seguita poi da Ancona e Macerata, prima di concludersi con Ascoli Piceno e Fermo.

Parallelamente, è in fase di completamento il processo in Emilia Romagna, e nello specifico nelle province di Forlì-Cesena e Rimini. Con queste ultime due province, si chiude il processo nel Nord Italia.

L’impatto per gli utenti dovrebbe comunque essere limitato: nella maggior parte dei casi, infatti, i decoder e TV provvedono ad effettuare la scansione in automatico ed in background. Nel caso in cui dovessero verificarsi problemi di qualche tipo, basta semplicemente effettuare la sintonizzazione dei canali TV su digitale terrestre come abbiamo avuto modo di spiegare nella nostra guida dedicata, che è universale e si adatta a tutti i tipi di TV o decoder.

Il processo di refarming prevede la liberazione della banda precedente, per metterla a disposizione degli operatori telefonici ed il 5G. Questo step non causerà problemi di alcun tipo, tanto meno modifiche.

Quanto è interessante?
4
Digitale Terrestre, cambiano le frequenze in due regioni: le province interessate