Digitale terrestre DVB-T2: il Bonus TV da 50 Euro richiesto solo dallo 0,5% delle famiglie

Digitale terrestre DVB-T2: il Bonus TV da 50 Euro richiesto solo dallo 0,5% delle famiglie
di

A ridosso del weekend il Sole 24 Ore ha intervistato Mirella Liuzzi, Sottosegretario di Stato presso il Ministero dello Sviluppo Economico. Oggetto della discussione è stato lo switch al DVB-T2 e l'erogazione dei Bonus TV da 50 Euro dal Governo per incentivare il passaggio ai nuovi TV e decoder.

Secondo quanto affermato, nel primo mese di disponibilità il Bonus TV è stato richiesto da 15.963 famiglie, per un totale di 791mila Euro. Si tratta ovviamente di un bilancio preliminare, da interpretare con le pinze in quanto essendo disponibile dal 18 Dicembre deve tener conto anche delle catene e commercianti che ancora non hanno iniziato ad accettarlo.

E' però interessante notare come l'importo delle vendite incentivate sia pari allo 0,5% del totale stanziato dallo Stato, che ha messo sul piatto 151 milioni di Euro per coloro che soddisfano i requisiti ISEE per accedere al bonus.

Risultano finora venduti 14.061 televisori e 1.902 decoder. Evidentemente quindi almeno al momento la maggior parte delle famiglie italiane hanno preferito "approfittare" dell'incentivo per cambiare il TV piuttosto che affidarsi ad un decoder. Secondo le stime del MISE, entro il 2022 i nuclei familiari interessati dalla campagna saranno 3 milioni e 20mila.

Ricordiamo che dalla scorsa settimana sono attivi i due canali per verificare la compatibilità di TV e decoder con il DVB-T2.

Quanto è interessante?
4