Digitale terrestre DVB-T2, cosa accade dal 1 maggio 2022? Ecco le novità

Digitale terrestre DVB-T2, cosa accade dal 1 maggio 2022? Ecco le novità
di

Non è un mistero il fatto che il 2022 rappresenti un anno di cambiamenti per il digitale terrestre, basti pensare anche semplicemente alla recente scomparsa di alcuni canali TV. Tuttavia, non esattamente tutti sembrano aver ben compreso cosa accade dal 1 maggio 2022.

Ebbene, questa data segna di fatto l'inizio della fase conclusiva dell'operazione di refarming, dato che la roadmap del Ministero dello Sviluppo Economico prevede che dal 1 maggio 2022 al 30 giugno 2022 venga effettuato il processo di liberazione delle frequenze in Toscana, Lazio, Umbria, Liguria e Campania. In parole povere, nell'ultima fase del refarming saranno coinvolte 18 milioni di persone.

In ogni caso, ovviamente, come già avvenuto in passato, i lavori non partiranno subito in tutti i comuni, ma ci sarà un processo graduale. Al netto di questo, però, chiaramente la data del 1 maggio 2022 rappresenta un momento fondamentale verso lo switch off "definitivo" al DVB-T2, che salvo cambiamenti avverrà a inizio 2023. Insomma, dopo molto tempo, ora tutta l'Italia ha già riscontrato o riscontrerà nei prossimi giorni novità importanti relativamente al digitale terrestre.

Al netto di questo, se rientrare nelle zone coinvolte in questo periodo, potrebbe interessarvi consultare il nostro approfondimento sulla questione delle interferenze dei canali TV. Inoltre, potreste voler dare un'occhiata alla procedura relativa a come capire se il TV è DVB-T2.

Quanto è interessante?
5
Digitale terrestre DVB-T2, cosa accade dal 1 maggio 2022? Ecco le novità