I dinosauri mentre camminavano scodinzolavano: a rivelarlo è una simulazione

INFORMAZIONI SCHEDA
di

Secondo quanto rivelato da una simulazione computerizzata condotta dagli scienziati del Royal Veterinary College di Londra, in cui hanno partecipato paleontologi, biomeccanici e ingegneri, i dinosauri bipedi facevano oscillare la coda da un lato all'altro mentre correvano. Un movimento simile veniva utilizzato per mantenere l'equilibrio.

Protagonista della simulazione è stato un piccolo dinosauro teropode chiamato Coelophysis, che visse 210 milioni di anni fa e pesava circa 15 chilogrammi. Grazie alla coda, la piccola creatura poteva raggiungere i 6 metri al secondo e, oltre a mantenere l'equilibrio, poteva anche conservare parte della sua energia.

"Sono rimasto molto sorpreso quando ho visto per la prima volta i risultati della simulazione", ha dichiarato l'autore principale dello studio, il dottor Peter Bishop. "Siamo stati in grado di dimostrare che lo scodinzolare era un mezzo per controllare il momento angolare durante l'andatura". Per verificare se le simulazioni fossero reali, gli esperti hanno simulato il movimento di un uccello esistente, la martinetta dal ciuffo (Eudromia elegans).

Le simulazioni hanno avuto una buona corrispondenza con il movimento dell'uccello, della sua attività muscolare e della forza impressa al suolo. I risultati ottenuti dal team, mostrano che "abbiamo ancora molto da imparare sui dinosauri", secondo il dottor John Hutchinson, professore di biomeccanica evolutiva presso l'RVC

A proposito di dinosauri: solo i T-Rex potevano ferirsi a vicenda, mentre ecco a voi un antico esemplare di Drago volante di 160 milioni di anni fa.

Quanto è interessante?
1