Questo dinosauro lungo otto metri non aveva piume, ma le squame come le lucertole

Questo dinosauro lungo otto metri non aveva piume, ma le squame come le lucertole
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nel 1984 il paleontologo argentino José Bonaparte trovò i fossili di un dinosauro che decise di chiamare Carnotaurus, letteralmente "toro carnivoro". Il motivo di tale nome era semplice: a causa del suo cranio con le grandi corna che ricordavano quelle di un toro.

Lo scheletro trovato, che proviene dalla provincia di Chubut in Patagonia, è stato conservato dalla sua scoperta insieme a dei fogli della sua pelle squamosa. Il Carnotaurus, all'epoca, fu il primo dinosauro carnivoro scoperto con la pelle; quest'ultima, nonostante fosse stata osservata da diversi esperti, non è mai studiata in dettaglio.

Così il paleontologo Christophe Hendrickx dell'Unidad Ejecutora Lillo ha deciso di rimediare: "osservando le regioni delle spalle, del ventre e della coda, abbiamo scoperto che la pelle di questo dinosauro era più diversa di precedentemente pensato, costituita da grandi borchie coniche distribuite casualmente e circondate da una rete di piccole scaglie allungate, a forma di diamante o subcircolari".

Hendrickx ha condotto lo studio sul Carnotaurus insieme al Dr. Phil Bell, un esperto di pelle di dinosauro dell'Università del New England in Australia, che ha trovato molte similitudini con la pelle del "diavolo spinoso" (un rettile vivente) trovato nell'Outback, in Australia. A differenza delle scoperte più recenti sui dinosauri piumati, il Carnotaurus lungo 8 metri era interamente squamoso, senza tracce di piume.

Lo scopo delle squame? Secondo gli esperti erano utilizzate per la regolazione della temperatura corporea, come i rettili moderni. Nel frattempo, all'interno di questa notizia potrete ammirare una spettacolare ricostruzione della creatura creata da Jake Baardse.

FONTE: phys
Quanto è interessante?
2
Questo dinosauro lungo otto metri non aveva piume, ma le squame come le lucertole