Il dinosauro vegetale "Pando" è di nuovo in pericolo

Il dinosauro vegetale 'Pando' è di nuovo in pericolo
di

Già in passato vi abbiamo parlato della colonia di Pando, ovvero la “pianta” gigantesca dalle fattezze di un vero e proprio bosco di pioppo tremulo. Con un’estensione di 430.000 metri quadrati, è uno degli organismi più pesanti, antichi e grandi del mondo.

The Trembling Giant (Il Gigante Tremante) è ancora in pericolo, dato che la “foresta da un solo albero” si sta fratturando in individui più piccoli. Tra le cause di questa tragedia, oltre al solito cambiamento climatico, è da annoverare l’azione dei cervi e dei bovini, che masticano i nuovi germogli e impediscono la sostituzione degli arbusti morenti.

Questo problema è già stato sollevato in precedenza, ma a quanto pare i provvedimenti adottati non sono stati funzionali per allontanare in sicurezza gli animali da questo dinosauro vegetale. È quindi necessario un nuovo approccio per salvare l’integrità di Pando.

"I risultati mostrano che il Pando geneticamente uniforme si sta 'rompendo' a causa degli erbivori", scrive l'ecologo Paul Rogers, della Utah State University, nel suo articolo. "I primi successi all'interno delle zone recintate sono mitigati da quasi la metà di Pando che rimane non protetta dagli erbivori domestici e selvatici".

Attualmente, circa il 16% dei nuovi alberi di Pando sono protetti da recinzioni. In un altro terzo dell’area, invece, le protezioni sono state ulteriormente rinforzate, dato che alcuni punti della foresta sembrano incamminarsi verso la decadenza e la morte.

Il 50% del bosco da un unico genet non è affatto recintato; infatti, cervi e bovini continuano a mangiare la maggior parte dei germogli che sostituiscono gli alberi vecchi. Se gli arbusti muoiono, senza essere sostituiti, la quantità di luce solare che raggiunge il suolo aumenta e di conseguenza la composizione e la biodiversità dell’organismo verranno modificate.

"Penso che se proviamo a salvare l'organismo solo con delle recinzioni, staremo creando qualcosa come uno zoo in natura", afferma Rogers. "Sebbene la strategia di recinzione abbia dei buoni propositi, alla fine dovremo affrontare il problemi dei troppi cervi e bovini che brucano in questo paesaggio".

Dite la verità, pensavate di leggere un articolo sul cambiamento climatico, vero?

Quanto è interessante?
2
Il dinosauro vegetale 'Pando' è di nuovo in pericolo