Diritti TV Serie A, l'affondo di Ferrero a DAZN: "non è pronto, scegliamo Sky"

di

Al termine di un weekend costellato da note di DANZ e controrisposte di Sky sull'assegnazione dei diritti televisivi per la Serie A 2021-24, arrivano delle importanti dichiarazioni da parte del presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, che ha lanciato un affondo alla piattaforma di streaming.

Ferrero, al termine della partita contro il Torino, ha rilasciato un'intervista alla televisione ufficiale della Sampdoria, dove ha discusso della complicata gara. Il presidente dei blucerchiati, pur sottolineando di non avere nulla contro DAZN, ha lanciato l'affondo: "penso che DAZN non sia pronto".

Secondo l'imprenditore la scelta più ovvia è di assegnare i pacchetti a Sky, che ha accompagnato il nostro campionato negli ultimi 18 anni. "Sono sicuro e faccio un appello e ringrazio DAZN ma o trovano accordo tra loro oppure la migrazione, la cosa più bella del mondo, la visione del calcio, io penso che Sky non può mollare e faccio anche un appello ai miei come dire presidenti voi li chiamate colleghi non so come chiamarli ai venti industriali, ai venti imprenditori, 19 compreso io" ha continuato Ferrero, secondo cui "se non scegliamo Sky c'è il rischio che vanno a casa due/tremila persone e questo non lo possiamo permettere, ragazzi miei".

Alla base delle critiche di Ferrero c'è la scarsa diffusione della fibra ottica in Italia, un aspetto contestato anche da Sky lo scorso sabato ma anche dal Ministro Colao e Giorgetti.

Quanto è interessante?
2