Diritti TV Serie A, ancora nulla di fatto per il canale della Lega

Diritti TV Serie A, ancora nulla di fatto per il canale della Lega
di

Ancora nulla di fatto in Lega Calcio sulla proposta di Mediapro di creare un canale della Serie A alla scadenza degli attuali diritti televisivi. Nella giornata di ieri infatti è stato registrato l'ennesimo rinvio per la decisione, complici anche le dimissioni del presidente Gaetano Miccichè.

La trattativa riprenderà il 16 Dicembre, quando l'Assemblea dovrebbe riesaminare nuovamente la proposta della Lega, mentre la controproposta presentata dalla commissione diritti tv non ha superato l'esame. Hanno votato contro infatti Bologna, Juventus, Torino, Inter, Milan e Lecce, mentre si sono astenuti Fiorentina, Roma e Napoli. Assente invece il Sassuolo.

Parallelamente a questa partita, la Lega ha anche continuato i lavori sul bando rivolto ai brodcaster, come previsto dagli obblighi di legge.

La questione intorno al canale della Lega Calcio è ormai in fase di discussione da tempo. Mediapro, che si era aggiudicata i diritti per la trasmissione della Serie A lo scorso anno, ha messo sul piatto 1,3 miliardi di Euro a stagione per tre anni, in aumento rispetto agli 1,05 miliardi di Euro a stagione che aveva offerto per il triennio 2018-2021.

Qualora dovesse andare in porto l'accordo, il Campionato di Calcio vedrebbe crescere il proprio valore, dai 973 milioni di Euro incassati nel Luglio 2019 da DAZN e Sky.

Quanto è interessante?
6