Diritti TV Serie A, il CEO di Sky: "senza esclusive si torna al 2015/16"

Diritti TV Serie A, il CEO di Sky: 'senza esclusive si torna al 2015/16'
di

Nel corso dell'intervista rilasciata al Corriere della Sera, il CEO di Sky non solo ha confermato l'arrivo di Disney+ su Sky Go, ma ha ovviamente anche discusso del bando d'assegnazione per i diritti tv della Serie A, che sarà pubblicato prossimamente.

Ibarra ha discusso della decisione del Consiglio di Stato di rimuovere l'esclusiva totale per il web: "la decisione del Consiglio di Stato è opinabile e abbiamo presentato ricorso. La sentenza non intacca i diritti già acquisiti, ed è importante. Quando ci sarà l’asta dei diritti della serie A per il 2021-2024, dovrà vigere la non esclusività per il web. Si tornerà all’esperienza del campionato 2015-2016 quando nessuno aveva l’esclusiva" ha affermato.

Ma cosa cambierà dal prossimo anno? Secondo Ibarra, è indubbio che la differenza la farà "il modo in cui presenti le partite", ma anche gli approfondimenti ed i contenuti che circonderanno i match. "Quello che noi chiamiamo “Sky Touch”. La qualità e l’originalità della regia, del modello editoriale e giornalistico. Importante per Sky è avere i contenuti e offrirli ai nostri abbonati. Se li hanno anche altri non è un problema" ha concluso.

Nella giornata di ieri la Lega Calcio ha intimato a Sky il pagamento dell'ultima rata per il campionato in corso, che la pay tv non ha versato a causa del lockdown.

Quanto è interessante?
3