Diritti TV Serie A, è la giornata decisiva: le opzioni sul tavolo e le posizioni dei club

Diritti TV Serie A, è la giornata decisiva: le opzioni sul tavolo e le posizioni dei club
INFORMAZIONI SCHEDA
di

La giornata di oggi, giovedì 30 Luglio, rappresenterà uno snodo cruciale per l'assegnazione dei diritti televisivi della Serie A per il prossimo triennio. Alle 13 si riunirà l'assemblea di Lega presieduta da Dal Pino, e vediamo quali sono le opzioni sul tavolo.

L'advisor della Serie A, Lazard, presenterà innanzitutto l'analisi di mercato effettuata sui sei fondi che dovranno vendere i diritti per la Serie A all'estero ed in Italia.

Un altro passaggio fondamentale sarà l'elezione del nuovo consiglieri di Lega che dovrà prendere il posto di Stefano Campoccia dell'Udinese. Secondo quanto riferito dalla stampa specializzata, in corsa ci sarebbero Joe Barone della Fiorentina e Mauro Setti del Verona che appoggia il piano di De Laurentiis e Claudio Lotito che prevede un abbonamento unico per consentire agli spettatori di guardare tutte le partite ad un costo fisso mensile di 36 Euro circa. Complessivamente sarebbero circa dieci le società che guarderebbero con interesse al business plan presentato dal numero uno del Napoli. Tra i partner figurerebbero Wanda e MediaPro, che si sarebbero proposti per la gestione del canale della Lega.

Altri club, come Juventus e Milan invece intenderebbero coinvolgere dei fondi e creare un rapporto decennale con una governance da affidare ad una media company autonoma. In questo frangente sono da registrare le proposte di Bain, CVC, Advent, Apollo, Fortress e Blackstone.

Il bando sarà pubblicato non prima di Settembre, dal momento che allo stato attuale la priorità assoluta della Lega è decidere il futuro della prossima stagione.

Quanto è interessante?
2