Diritti TV Serie A, Mediapro contro la Lega: "siete in malafede"

di

Si terrà domani la nuova assemblea di lega convocata per discutere dell'incandescente questione riguardante i diritti tv della Serie A 2018-2021. Nel frattempo, da Mediapro arrivano le prime bordate ai danni della Lega Calcio, che ha deciso di rescindere il contratto con gli intermediari.

In una durissima lettera consegnata alla Lega ed Infront, Mediapro definisce "illegittima" la decisione di rescindere il contratto, ed ha chiesto una revoca immediata, da ufficializzare entro tre giorni, dopo di che darà mandato ai legali di tutelare gli interessi della compagnia dinanzi agli organi competenti ed in sede civile e penale, oltre che cautelare.

Nella lettera Mediapro sostiene senza mezzi termini che la posizione della Lega sia in "mala fede", in quanto ha sempre tenuto aperti canali con Sky per la rivendita dei diritti tv, nonostante questi fossero stati assegnati da tempo a loro. Mediapro accusa anche la Lega di non aver fatto abbastanza a seguito dello stop al bando deciso dal Tribunale di Milano a seguito della richiesta presentata da Sky.

Gli iberici lamentano anche di essere stati "strumentalizzati" per ottenere un accordo economicamente più conveniente con Sky, e che la risoluzione del contratto è stata decisa sulla base di garanzie mai avanzate a nessun altro intermediario, nè in Spagna tanto meno per la Champions League.

Insomma, il braccio di ferro per i diritti tv della Serie A sembra tutt'altro che concluso.

Quanto è interessante?
5