Diritti TV Serie A, il Tribunale d Milano respinge il ricorso di Mediapro

INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il Tribunale di Milano ha ufficialmente respinto il ricorso di Mediapro presentato a seguito della sospensione cautelare del bando ottenuta da Sky.

I tre giudici hanno confermato l'ordinanza dello scorso 9 Maggio, attraverso cui il giudice Claudio Marangoni aveva annullato il bando accogliendo le motivazioni di Sky. Si tratta di un altro stop per gli iberici, dopo la contestata rescissione del contratto con la Lega Calcio.

Ovviamente non soddisfatti i legali di Mediapro della sentenza, in una dichiarazione i rappresentanti della compagnia affermano quanto segue: "leggiamo dalle motivazioni del giudice che la decisione rimanda al provvedimento che l'Agcm ha fatto nei confronti della Lega Serie A il 14 marzo 2018, provvedimento che ha inficiato il bando preparato dalla Lega Serie A del 6 gennaio 2018, poi aggiudicato da Mediapro, ancora oggetto di ricorso al Tar del Lazio. Mediapro avrebbe acquisito un prodotto (quello dei diritti messi in vendita dalla Lega) non conforme a quanto poteva fare dalle regole vigenti".

Sulla questione è intervento anche Marco Bogarelli, l'ex manager di Infront, il quale si è detto "concentrato sui diritti tv" ai microfoni dell'ANSA, a cui ha affermato che "fatico a capire lo scetticismo, in tutto il mondo si fidano di Mediapro e fanno accordi miliardari. La partita è tutta da giocare".

Quanto è interessante?
2

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it