di

Lunedì era un giorno di festa. Le Poste Russe avrebbero dovuto mostrare al mondo il futuro delle consegne tramite corriere, lanciando in volo un maestoso drone postino. Avrebbero dovuto, ma le cose sono andate in modo leggermente diverso: il piccolo veicolo ad otto eliche si è, infatti, schiantato su un edificio dopo pochi istanti.

La Russia lo aveva annunciato lo scorso novembre: il Paese avrebbe gradualmente iniziato a consegnare la posta utilizzando i droni. Una soluzione tutto sommato rivoluzionaria, considerando che le condizioni climatiche del Paese spesso rendono il trasporto su strada poco agevole. Così, lo scorso lunedì era venuto il momento di mettere finalmente in mostra i risultati ottenuti fino ad adesso.

Per il test era stata scelta una cittadina della Siberia chiamata Ulan-Ude. Il drone da 20.000$ avrebbe dovuto raccogliere da terra un pacco per poi consegnarlo in una città poco distante. Ma il volo del drone si è interrotto precocemente. Poco dopo essersi alzato in volo il veicolo controllato da remoto si è imbizzarrito, nel senso che ha perso completamente il controllo andandosi a schiantare platealmente su un edifico nei pressi del "sito di lancio".

Ma la Russia non si è persa d'animo: "Non ci fermeremo, proveremo ancora [a perfezionare la tecnologia]", ha detto infatti Alexei Tsydenov, vertice della Regione di Buryatia. "Chi non si assume dei rischi non ottiene nessun risultato".

L'incidente non ha provocato né danni, né vittime. Salvo per il drone, che è stato ridotto dallo schianto in un cumulo di frammenti e macerie. Probabilmente la stessa sorte che è toccata all'orgoglio della Russia dopo questa figuraccia.

Non sono ancora chiare le dinamiche dell'incidente, ma si immagina che la causa della perdita di controllo vada attribuita alle interferenze provocate dai Wifi del quartiere.

Quanto è interessante?
2

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it