Anche Discord e Reddit bannano i canali ufficiali pro-Trump: incitano alla violenza

Anche Discord e Reddit bannano i canali ufficiali pro-Trump: incitano alla violenza
di

I social network più usati al mondo in queste ore si stanno tutti schierando contro il Presidente degli Stati Uniti uscente Donald Trump: in seguito all’occupazione di Capitol Hill, infatti, varie piattaforme tra cui in primis Twitter hanno sospeso permanentemente i suoi account. Ora, però, è il turno anche di Discord e Reddit.

Come riportato da Ars Technica, quest’ultimo è stato il primo ad agire rimuovendo dalla piattaforma la community di r/donaldtrump – la più grande del sito dedicata specificatamente al tycoon statunitense – in quanto gli utenti membri avrebbero continuato, tramite quel canale, a promuovere contenuti e atteggiamenti violenti.

I gestori di Reddit non hanno rilasciato alcun annuncio ufficiale o comunicato di alcun tipo per spiegare le ragioni effettive della mossa, ma esse possono essere di vario tipo: una delle più quotate riguarderebbe l’aver ripubblicato le dichiarazioni di Donald Trump in materia di frodi elettorali nel corso delle ultime elezioni presidenziali negli Stati Uniti, da cui è uscito sconfitto, oppure inviti all’azione contro i politici rivali e, in generale, il governo statunitense in questo periodo di transizione alla presidenza di Joe Biden.

Al momento della rimozione del canale, creato nel 2011, gli utenti registrati risultavano essere 52.800, un numero molto ridotto rispetto agli iscritti di r/the_donald, altro canale chiuso nell’agosto 2020 che contava quasi 800.000 membri.

Poche ore dopo, però, anche la piattaforma dedicata alla chat vocale e al gaming Discord ha chiuso ufficialmente il canale The_Donald, oggetto di indagine a causa del presunto legame con il suddetto canale Reddit, ma anche già moderato precedentemente per altre violazioni dei Terms of Service. Ad Ars Technica gli amministratori di Discord hanno citato la “politica di tolleranza zero contro l'odio e la violenza di qualsiasi tipo sulla piattaforma, o l'uso di Discord per supportare o organizzare l'estremismo violento”.

Per questo motivo, la piattaforma avrebbe dunque deciso di cancellare il canale “a causa della sua palese connessione a un forum online utilizzato per incitare alla violenza, pianificare un'insurrezione armata negli Stati Uniti e diffondere dannosi disinformazione relativa alla frode elettorale negli Stati Uniti del 2020”.

Un’opposizione decisa nei confronti di Donald J. Trump, tra l’altro bannato anche da Facebook “a tempo indeterminato” sempre perché ha usato il social per “minare la transizione pacifica e legale del potere al suo successore eletto”.

Quanto è interessante?
5