Una disgustosa isola di salviettine ha cambiato il corso del Tamigi a Londra

Una disgustosa isola di salviettine ha cambiato il corso del Tamigi a Londra
di

Secondo quanto ha affermato il Times di Londra, nel Tamigi si è formata una piccola "isola" di spazzatura delle dimensioni di due campi da tennis che ha fatto cambiare la direzione del fiume. Anche le salviettine possono essere un problema quando vengono smaltite senza criterio, qualcosa che abbiamo già visto con le mascherine.

Una volta gettate negli scarichi, infatti, le salviettine umidificate non si disintegrano e finiscono invece nel Tamigi, il secondo fiume più lungo d'Inghilterra. Fleur Anderson, un parlamentare laburista, ha proposto di vietare la produzione e la vendita di questi fazzoletti contenenti plastica... una manovra considerata "impossibile" senza il supporto del governo.

Poiché le salviettine sono realizzate con plastica, non si rompono quando vengono lavate e dureranno per molto tempo! Inoltre, possono scomporsi in microplastica e danneggiare la vita acquatica e l'ecosistema del fiume. "[L'isola] è profonda un metro o più e ha cambiato il corso del Tamigi", ha dichiarato Anderson durante una sessione di domande sull'ambiente col Times.

Nella zona incriminata, sono state trovate salviettine umidificate con densità comprese tra 50 e 200 per metro quadrato. Lo scorso anno alcuni volontari hanno raccolto più di 27.000 di questi panni in due giorni, ma in un sito diverso vicino al ponte di Battersea. Quest'ultime, inoltre, costituiscono quasi il 90% dei materiali contenuti nei "fatberg", masse di rifiuti solidi costituiti da grasso che possono bloccare le fogne.

Quanto è interessante?
2