di

I ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (MIT) hanno sviluppato un dispositivo alimentato dal Sole che assorbe e condensa acqua pulita dall'aria secca. Una tecnologia che potrebbe essere vitale in futuro per molti paesi, specialmente quelli più poveri, con il peggioramento del cambiamento climatico e l'aumento della siccità.

"Nelle aree in cui la scarsità d'acqua è un problema, è importante considerare diverse tecnologie che forniscono acqua, in particolare perché i cambiamenti climatici aggraveranno molti problemi di scarsità d'acqua", ha dichiarato a New Scientist Alina LaPotin, del Massachusetts Institute of Technology. Il prototipo, che potrete vedere allegato a questa notizia, è stato presentato sulla rivista Joule.

Un metodo simile è stato già proposto in precedenza, ma le sue capacità di cattura dell'acqua erano troppo limitate per garantire un uso diffuso. I miglioramenti di questo prototipo sono diversi: gli esperti hanno aumentato la capacità di estrazione dell'acqua e hanno utilizzato materiali ampiamente disponibili in commercio.

Devono essere effettuate delle migliorie però. soprattutto sul costo e sulla produzione del prezioso liquido. Attualmente, infatti, il dispositivo produce 0,8 litri di acqua al giorno, una quantità inferiore ai 2.5 litri necessari affinché un essere umano sopravviva. Inoltre, a seconda della disponibilità di energia solare, umidità e temperatura, la produzione di acqua può essere al di sotto di 0,8 litri.

Questo prototipo riesce a generare acqua con umidità nell'aria fino al 20%, il che significa che potrebbe essere utilizzato in climi molto più secchi. Siamo davanti a una rivoluzione?

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
4
Questo dispositivo utilizza l'energia solare per estrarre acqua potabile dall'aria