Quanto siamo disposti a spendere, davvero, per le piattaforme video on-demand?

Quanto siamo disposti a spendere, davvero, per le piattaforme video on-demand?
di

Netflix, Hulu, Amazon Prime, Infinity, HBO, Disney+ e ora anche HBO Max. La competizione sul fronte dei film e delle serie TV in streaming è sempre più agguerrita. E una domanda diventa quasi obbligatoria: ma quanto sono disposti a spendere, seriamente, i consumatori per tutti questi servizi messi assieme?

Molto meno di quanto spendano oggi per la televisione via cavo e satellitare, rivela un'interessante indagine di Morning Report commissionata dall'Hollywood Reporter. Oggi gli americani in media sono abbonati a ben tre piattaforme per i video on-demand, e spendono circa 37 dollari. Vorrebbero spenderne molto meno: secondo l'indagine gli americani ritengono che un buon prezzo per usufruire dei servizi video sarebbe 21 dollari. Con un range di sopportazione che oscilla trai 17 e i 27 dollari.

Molto di meno di quello che sarà il conto reale, specie ora che si affacciano sul mercato nuovi competitor. Massima attesa (e aspettative) soprattutto per le piattaforme di Disney e Warner Bros. Proprio l'ultimo dei due se la vede piuttosto male, visto che ha scelto un prezzo a dir poco fuori mercato: 17 dollari al mese per accedere al catalogo del nuovo HBO Max. Agli americani rimarrebbero solamente cinque dollari, seguendo il loro "prezzo ideale" immaginario.

Non bastano nemmeno per abbonarsi a Disney Plus, che di dollari ne costerà sette.

Contenuti in streaming e televisione via cavo vengono visti in modo molto diverso, ad ogni modo. Oggi gli americani spendono circa 50$ a testa per quest'ultima. Più del doppio di quanto ritengono giustificato pagare per l'on-demand.

Quanto è interessante?
7