Una distilleria si sta affidando all'IA per creare nuovi tipi di whisky

Una distilleria si sta affidando all'IA per creare nuovi tipi di whisky
di

La distillazione del whisky rappresenta uno dei processi più affascinanti ed al contempo complicati del settore, sebbene almeno a livello di ingredienti ne siano necessari solo tre: grano, acqua e lievito. I mastri miscelatori però impiegano anni per capire bene quale sia l'equilibrio adatto prima di farlo invecchiare.

L'intelligenza artificiale però a quanto pare è entrata prepotentemente anche in questo settore.

Mackmyra, una distilleria svedese con una storia ventennale, ha annunciato una partnership con Microsoft e Fourkind, una società finlandese di consulenza tecnologica, per creare il primo whisky al mondo sviluppato interamente da un'intelligenza artificiale.

Al momento i dettagli sono ancora scarsi, ma dalle indicazioni trapelate Mackymyra non farà altro che dare ai modelli di machine learning, basati su Azure e servizi d'intelligenza artificiale, i dati grezzi che includono le ricette della distilleria, i numeri di vendita e le preferenze dei clienti. Gli algoritmi a questo tipo hanno creato oltre 70 milioni di ricette. L'obiettivo degli algoritmo è vagliare tutte queste informazioni e trovare le possibili combinazioni non ancora studiate dagli umani e che potrebbero risultare gustose alla bocca del cliente.

Le parti coinvolte hanno sottolineato che i robot non prenderanno parte al processo di distillazione, che sarà esclusivamente a discrezione degli esseri umani.

Fondamentalmente quindi l'IA non fa altro che creare la ricetta. Il primo risultato è un malto giallo dorato con note erbacee di anice, zenzero e pepe bianco., con citrus e spezie. La speranza è che a lungo termine non si raggiungano gli stessi traguardi di un utente che si è affidato all'IA per fare trading.

FONTE: PM
Quanto è interessante?
3