DNA di un essere umano "sconosciuto alla scienza" è stato trovato in una grotta

DNA di un essere umano 'sconosciuto alla scienza' è stato trovato in una grotta
di

In un nuovo studio pubblicato sulla rivista Current Biology dei ricercatori, sotto il pavimento di una grotta, hanno trovato del fango contenente il genoma di un antico essere umano. In particolare stiamo parlando di una donna vissuta 25.000 anni fa, durante l'ultima era glaciale. É stato anche trovato DNA di lupi e bisonti.

Si tratta di una grande scoperta perché gli esperti sono riusciti ad avere queste informazioni senza il sequenziamento diretto del DNA. Per recuperare antico materiale genetico, infatti, è necessario che le ossa siano sopravvissute abbastanza a lungo da preservare il materiale per molte migliaia di anni. Quindi serve anche una grande dose di fortuna.

Recentemente, però, gli esperti stanno iniziando ad utilizzare il DNA ambientale, che si trova conservato nei sedimenti. Questo può essere trovato nelle feci (che possono raccontarci molte storie) o in alcuni frammenti di ossa che sono stati ridotti in polvere. Con questo in mente, dei ricercatori dell'Università di Vienna in Austria sono andati alla ricerca del DNA ambientale nella grotta di Satsurblia.

Dal materiale genetico della donna, i ricercatori sono stati in grado di dedurre che stessero parlando di un membro di un gruppo precedentemente sconosciuto di umani moderni. Quel gruppo oggi è ovviamente estinto, ma ha contribuito alla creazioni delle attuali popolazioni in Europa e in Asia. Lo stesso vale per il lupo, ma non per il bisonte (che esiste, come allora, anche oggi).

"I nostri risultati dimostrano che il sequenziamento imparziale del DNA antico dei sedimenti può fornire dati sull'intero genoma che sono informativi sulla discendenza di diversi gruppi", hanno scritto i ricercatori nel loro articolo.

Quanto è interessante?
7