Draghi alla Camera sul Chips Act dell'UE: "priorità aumentare la produzione di microchip"

Draghi alla Camera sul Chips Act dell'UE: 'priorità aumentare la produzione di microchip'
di

Questa mattina alla Camera il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha tenuto un’informativa in vista del Consiglio Europeo in programma da domani a Bruxelles ed a cui parteciperà anche il presidente degli USA, Joe Biden. Durante l’intervento il Premier ha anche parlato del Chips Act approvato di recente dall’UE.

Draghi ha spiegato che “il rafforzamento dell’economia europea passa anche tramite la tutela delle aree industriali strategiche”, che devono essere sostenute con adeguati investimenti “in innovazione e ricerca scientifica e tecnologica”. Secondo il nostro Primo Ministro, infatti, rappresenta una priorità assoluta l’aumento della produzione di microchip in Europa.

L’ambizione europea è aumentare la propria quota di mercato dal 10 al 20 per cento della produzione globale di chip entro il 2030. Questo incremento ci permetterebbe di garantire la sicurezza degli approvvigionamenti a fronte di eventuali ritardi nelle importazioni. Il ‘Chips Act’ della Commissione europea costituisce un importante passo in avanti per raggiungere questi obiettivi” ha spiegato il presidente del consiglio, il quale ha anche affermato che a livello europeo c’è la volontà di aumentare gli investimenti in ricerca, ma anche sviluppare e rafforzare la capacità produttiva “verticalmente integrata, che assicuri un’effettiva autonomia nella produzione e packaging dei microchip”. A riguardo anche il Governo Italiano si è mosso e, come spiegato da Draghi, è stato approvato un fondo da 4 miliardi di Euro per sviluppare l’industria e la ricerca dei semiconduttori.

Nel frattempo Intel è in fase di negoziazione con il governo italiano per l'apertura di un impianto dedicato alla fase di back-end della produzione dei chip, con un investimento potenziale di 4.5 miliardi di euro nel nostro paese.

Quanto è interessante?
4