Droni autonomi per allontanare gli uccelli dagli aeroporti, il progetto è realtà

Droni autonomi per allontanare gli uccelli dagli aeroporti, il progetto è realtà
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Solitamente, per questioni di sicurezza i droni non sono autorizzati ad avvicinarsi agli aeroporti, tranne per scopi particolari. Un gruppo di ricercatori del Caltech ha sviluppato un algoritmo che insegna ai velivoli autonomi come isolare autonomamente ed efficacemente gli uccelli dallo spazio aereo degli aeroporti.

Gli ingegneri sostengono di essere stati ispirati dall'incidente del volo 1949 della US Airways del 2009, che è noto come "Miracle on the Hudson" e che è stato oggetto del film Sully. L'incidente fu causato da un impatto con uno stormo di volatili che ha fatto perdere potenza al motore dell'aereo. Lo schianto fu evitato dai piloti, che furono in grado di atterrare in acqua sul fiume Hudson, salvando la vita a migliaia di persone.

Il capo ricercatore Soon-Jo Chung ha affermato che l'incidente "mi ha fatto pensare al fatto che qualora dovesse succedere di nuovo un incidente del genere, potrebbe non esserci un lieto fine, ecco perchè ho iniziato a cercare modi per proteggere lo spazio aereo dagli uccelli sfruttando le mie aree di ricerca".

Il team ha studiato le dinamiche degli stormi, inclusi i modi attraverso cui gli uccelli mantengono le formazioni, ed il modo in cui rispondono alle minacce lungo i bordi del branco. In questo modo è stato possibile creare un modello matematico, in quanto gli uccelli che volano lungo il bordo dello stormo, nel momento in cui individuano delle minacce esterne eseguono dei cambiamenti di ritta che interessano anche gli uccelli accanto a loro, creando un effetto domino che altera l'intera direzione. Se la minaccia esterna si avvicina al branco troppo velocemente, però, gli uccelli si disperdono.

Tutte queste informazioni sono state prese in considerazione in fase di sviluppo del modello matematico per i droni. I ricercatori hanno modificato gli algoritmi progettati per pastorizzare le pecore e li hanno adattati.

Il test dell'algoritmo è stato effettuato utilizzando un drone off-the-shelf vicino ad un campo in Corea. I ricercatori hanno scoperto che un singolo drone è in grado di tenere un branco di dozzine di uccelli in uno spazio aereo designato. I ricercatori mirano però a rendere il progetto operativo completamente per gli aeroporti, allo scopo di evitare che questi debbano utilizzare i falchi addestrai e gli UAV manuali.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
2