DVB-T2, storica emittente regionale potrebbe dover lasciare il digitale terrestre

DVB-T2, storica emittente regionale potrebbe dover lasciare il digitale terrestre
di

Dopo aver trattato la questione relativa a Boing Plus, torniamo ad approfondire quanto comportato dal progressivo switch off al DVB-T2, ovvero dall'arrivo del nuovo digitale terrestre. Infatti, una storica emittente regionale potrebbe chiudere.

Ebbene, stando a quanto riportato dal Corriere del Mezzogiorno e ANSA, il 5 maggio 2022 è stata annunciata la possibile chiusura di Telejato, storica emittente siciliana. Per intenderci, si tratta della TV di Pino Maniaci, che nel corso degli anni si è distinta per via della lotta contro la mafia. Le motivazioni sono chiaramente da ricercarsi nelle spese che la piccola emittente nostrana dovrebbe sostenere per rimanere sul digitale terrestre.

Risulta infatti interessante riportare le dichiarazioni rilasciate da Maniaci al Corriere del Mezzogiorno: "dovevamo pagare una tassa di 40mila euro all'anno". Insomma, si fa riferimento a cifre che, secondo lo stesso conduttore televisivo, Telejato non avrebbe "mai potuto sostenere [...] con tre minuti di pubblicità durante il telegiornale". In ogni caso, c'è ancora qualche speranza, considerando anche il fatto che esiste il portale ufficiale di Telejato e che è già stata avviata una campagna di raccolta fondi su GoFundMe con l'obiettivo di raccogliere la succitata cifra.

Insomma, il nuovo digitale terrestre non sta portando con sé solamente cambi di numerazione per vari canali TV, ma rischia anche di portare alla chiusura di determinate emittenti.

Quanto è interessante?
3
DVB-T2, storica emittente regionale potrebbe dover lasciare il digitale terrestre