INFORMAZIONI SCHEDA
di

Per anni siamo stati abituati a guardare a Dyson come un marchio specializzato sulla produzione di aspirapolveri senza fili. A quanto pare però la compagnia inglese vuole guardare oltre ed infatti ha mostrato una serie di prototipi di robot che sta sviluppando e su cui investirà ingenti risorse.

Nella fattispecie, Dyson assumerà centinaia di ingegneri che lavoreranno per costruire robot in grado di svolgere le faccende domestiche: si è parlato di braccia meccaniche per lavare i piatti, ma anche per passare l’aspirapolvere su un divano o sollevare un giocattolo per bambini.

L’azienda ha affermato che mira a sviluppare un “dispositivo autonomo in grado di svolgere faccende domestiche ed altre attività”, ma il lancio dovrebbe avvenire solo entro il 2030, ad un decennio dal via alla distribuzione del Dyson 360 Eye.

L’annuncio non è arrivato in maniera casuale ed è giunto in concomitanza con la Conferenza Internazionale sulla Robotica ed Automazione, nel corso del quale la società ha affermato di essere nel mezzo della “più grande campagna di reclutamento di ingegneri nella sua storia”. Attualmente ha reclutato 250 ingegneri di robotica, ma spera di assumerne altri 700 nei prossimi cinque anni. Complessivamente, da inizio 2022 ha già inserito nel team 2000 nuovi dipendenti.

Chiaramente tutto ciò andrà di pari passo con gli investimenti in ricerca e sviluppo: è prevista l’apertura di un centro di ricerca sulla robotica a Hullavington Anfield.

Insomma, dopo la presentazione delle cuffie Dyson con cancellazione del rumore che puliscono l’aria, sono in arrivo tante altre novità.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
2