Dyson ha progettato un ventilatore ad-hoc per il Coronavirus. Ora ne produrrà 15mila

Dyson ha progettato un ventilatore ad-hoc per il Coronavirus. Ora ne produrrà 15mila
di

Il Governo del Regno Unito, per fronteggiare la pandemia da Coronavirus e riorganizzare il sistema sanitario nazionale si è affidato anche a Dyson. In una lettera ai dipendenti pubblicata da CNN, il fondatore miliardario dell'azienda ha svelato che l'azienda è stata in grado di progettare un ventilatore nel giro di dieci giorni, battezzato CoVent.

Dyson spiega che il nuovo dispositivo può essere prodotto in modo rapido, efficiente ed in grosse quantità. Il ventilatore, spiega Dyson, "è progettato per rispondere ad esigenze specifiche per i pazienti affetti da Coronavirus".

Parlando con la CNN, un portavoce dell'azienda ha spiegato che le prime unità saranno pronte per inizio Aprile. James Dyson, che ha una ricchezza stimata dai 10 miliardi di Dollari, ha anche svelato che ne donerà 5mila unità alla comunità internazionale.

E' chiaro che la carenza di ventilatori polmonari, insieme a quella di mascherine, rappresenta la criticità principale di questa pandemia. Dyson ha aggiunto che "la sfida principale era rappresentata dalla progettazione e produzione di un nuovo, sofisticato prodotto medico in volume ed in un arco di tempo estremamente breve", e dal momento che questo processo è ormai terminato, ora si può passare alla produzione in massa.

L'arrivo di 15mila ventilatori sul mercato potrebbe essere linfa vitale non solo per gli ospedali, ma anche per migliaia di vite umane.

Quanto è interessante?
4