C'è un grande falso mito sulla Luna a cui dovete smettere di credere

C'è un grande falso mito sulla Luna a cui dovete smettere di credere
di

La luna da tempo immemore ispira e fa sognare gli esseri umani sul nostro pianeta. Da sempre il corpo celeste accompagna la storia della Terra e, indipendentemente dal numero di scoperte scientifiche che facciano giorno dopo giorno, sono tante le storie assurde che circondano il satellite.

Una delle più grandi riguarda il suo "lato oscuro". Ad aver aumentato esponenzialmente l'idea di un "punto di vista oscuro" della luna è stato sicuramente uno dei dischi di maggior successo della storia: "Dark Side of the Moon" dei Pink Floyd. Molti, infatti, pensano che questo famigerato profilo del nostro satellite sia permanente, ma non è così.

Non esiste un unico lato oscuro permanente della nostra luna. Quest'ultimo è semplicemente la faccia che non vediamo mai. Ne vediamo soltanto una perché il corpo celeste ruota sul suo asse ogni 27 giorni circa alla stessa velocità con cui orbita attorno alla Terra (ogni 27.322 giorni). A causa di questo effetto noto come rotazione sincrona (una forma di blocco delle maree), sembra rimanere fissa e immobile nel cielo.

Il termine "lato oscuro" è impreciso perché tecnicamente quell'angolatura del satellite riceve la stessa quantità di luce solare di quella che vediamo sempre dalla Terra. In questo caso sarebbe più corretto dire lato opposto o notturno. Se state avendo difficoltà a capire questo concetto, vi consigliamo di osservare l'animazione in calce alla notizia creata da un ex scienziato della NASA di nome Dr. James O'Donoghue nel 2019.

FONTE: slashgear
Quanto è interessante?
1