di

Dopo avervi spiegato cos'è la tecnologia HDMI VRR, continuiamo il nostro viaggio all'interno delle specifiche dei TV. Quest'oggi ci soffermiamo sull'input, e vi spieghiamo perchè è importante.

Cos’è l’input lag e perchè è importante?

Il passaggio di un segnale video dalla fonte al televisore, e le successive elaborazioni video apportate all’immagine, causano un ritardo. Dopo un input sul pad di una console o sulla tastiera di un PC serve tempo per generare un frame, altro tempo per inviarlo al televisore tramite HDMI e altro ancora per la successiva elaborazione dell’immagine. Si tratta di istanti, pochi millisecondi, che possono però fare la differenza tra un colpo andato a segno o uno sbagliato. Questo ritardo prende il nome di input lag, e non dipende solo da cosa avviene in locale, ma anche dalle prestazioni della rete, nel caso si giochi online. Al ritardo inevitabile che si crea tra la pressione di un tasto sul pad e il suo effetto sullo schermo si aggiunge in questo caso anche quello della rete, che può portare l’input lag a livelli insostenibili per il gaming.

Fine a che punto può salire l’input lag in un televisore senza rovinare l’esperienza di gioco? Ovviamente, più questo valore è basso meglio è, ma molto dipende dal titolo utilizzato. Ad esempio, un’avventura grafica in single player è godibile anche con un input lag superiore ai 30 ms, nel caso di uno sparatutto giocato in solitaria proprio i 30 ms possono essere un limite accettabile. Passando ai titoli competitivi invece è meglio puntare su televisori con un input lag più basso, che riesce a scendere al di sotto dei 20 ms. In questo modo il ritardo nell’esecuzione dei comandi è limitato e l’esperienza di gioco migliora notevolmente, creando anche un vantaggio competitivo nei confronti degli avversari.
Nel caso dei televisori Samsung di ultima generazione l’input lag viene gestito tramite un duplice approccio. Da un lato è possibile abbassarlo fino al di sotto dei 20 ms attivando la game mode e disattivando tutte le elaborazioni pensate per il gioco, spingendo al minimo il ritardo nella ricezione degli input. Dall’altro invece Samsung ha pensato a una Game Mode ricca di opzioni, la cui attivazione aumenta il ritardo senza mai superare la soglia critica. In questo modo è possibile gestire al meglio l’input lag nel televisore, andando a disattivare tutte le elaborazioni quando serve il minor ritardo possibile, attivandole invece quando si utilizzano titoli meno frenetici.

Un input lag basso è determinante per avere tempi di reazione adatti ai titoli più frenetici, questo è possibile grazie a delle game mode sempre più evolute e a televisori di ultima generazione capaci di mantenere valori al di sotto dei 20 ms, a tutto vantaggio dell’esperienza di gioco.

Quanto è interessante?
3