E' nata Asgardia, la prima nazione spaziale. Adesioni online

di
Avete sempre desiderato di evadere dalla realtà? Ora per voi c’è Asgardia, una micro nazione spaziale che, non sappiamo se si pone come parodia o meno, ma ha un confine riconosciuto solo da loro stessi, passaporti personalizzati (che non hanno alcuna validità) ed una moneta propria.

La nazione è nata da un gruppo di ricercatori ed imprenditori, guidati dal russo Aigor Ashuberyli, i quali hanno lanciato nello spazio un satellite grande quanto un cartone di latte che è riconosciuto dagli stessi come il nucleo fondante del paese. Si chiama Asgardia-1 e, nella curiosa nota diffusa, si legge che “il regno spaziale ha fondato il suo territorio sovrano nello spazio”, che porta la firma del capo di stato Igor Ashurbeyli e datata 6 Novembre 0001.

Al di la di tutto, Asgardia ha è un esperimento scientifico che ha l’obiettivo di unire “la futura umanità rendendola trans-etcnica, transnazionale, transreligiosa, etica e pacifica, basandosi sull’uguaglianza e la dignità di ogni essere umano”, credo un nuovo sistema giuridico per lo sfruttamento dello spazio. Tra gli obiettivi c’è anche quello di proteggere l’umanità e la Terra “dalle minacce che arrivano dallo spazio, come detriti spaziali, tempeste geomagnetiche innescate dalle particelle espulse dal Sole e collisioni di asteroidi”.

Per diventare cittadini di Asgardia, basta registrarsi a questo indirizzo. Al momento hanno aderito poche centinaia di utenti.