C'è un possibile e curioso modo di scoprire la vita su altri pianeti: ecco quale

C'è un possibile e curioso modo di scoprire la vita su altri pianeti: ecco quale
di

Gli esperti continuano a cercare tracce di vita nell'Universo e stanno guardando a tecniche sempre più innovative e particolari. Un gruppo di ricercatori ha quindi pensato a un modo "fantasioso" per cercare di scoprire nuove forme di vita sugli esopianeti.

Cosa dovremmo cercare? Ombre degli alberi, secondo un nuovo studio. Gli alberi infatti - almeno sul nostro pianeta - sono la forma più grande e più diffusa di vita multicellulare. C'è quindi un modo per rilevare queste ombre sugli altri pianeti? Grazie alla "Bidirectional reflectance distribution function" (BRDF).

"La parte difficile è che qualsiasi futuro telescopio spaziale probabilmente avrà solo un singolo pixel per determinare se la vita esiste su quell'esopianeta", afferma il coautore della ricerca Andrew Abraham. "Quindi, la domanda diventa: possiamo rilevare queste ombre che indicano la vita multicellulare con un singolo pixel?"

"È stato suggerito che i crateri potrebbero proiettare ombre simili agli alberi, e la nostra idea non avrebbe funzionato", continua David Trilling, professore associato di astronomia (potrete vedere questa differenza tra alberi e crateri in calce alla notizia). "Così, abbiamo deciso di guardare la replica del sito dello sbarco sulla luna nel nord dell'Arizona, dove gli astronauti dell'Apollo si sono addestrati per la loro missione sulla luna."

Il team di ricercatori si è rivolto al satellite POLDER (Polarization and Directionality of Earth's Reflectance). Sono stati in grado di osservare le ombre sulla superficie terrestre in diversi momenti della giornata, con la risoluzione sufficientemente ridotta in modo che la Terra fosse solo un singolo pixel, per simulare ciò che potevano vedere osservare da lontano. I risultati sono stati contrastanti, ma abbastanza forti da giustificare ulteriori riflessioni.

Per l'autore principale Doughty, i risultati sono promettenti per il futuro. Quanto lontano è questo futuro? Non lo sappiamo ancora. "Complessivamente, in teoria, BRDF potrebbe distinguere tra vita multicellulare e unicellulare su esopianeti", scrivono gli autori, "ma abbiamo riconosciuto problemi sia con i nostri modelli che con le nostre osservazioni empiriche che devono essere migliorate prima che questa tecnica possa essere utilizzata con sicurezza", affermano infine gli autori dello studio.

Quanto è interessante?
2
C'è un possibile e curioso modo di scoprire la vita su altri pianeti: ecco quale