Cos'è la sindrome di Asperger? Il disturbo di Elon Musk e Greta Thunberg

Cos'è la sindrome di Asperger? Il disturbo di Elon Musk e Greta Thunberg
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Recentemente Elon Musk, proprio durante il Saturday Night Live, ha confessato a tutto il mondo di essere affetto da sindrome di Asperger. Questo disturbo è quindi rimbalzato su tutte le pagine del web, creando molta confusione sulla questione: cos'è la sindrome di Asperger?

Innanzitutto partiamo col dire che chi soffre di questo disturbo tende ad avere un focus ossessivo su un argomento o ad eseguire gli stessi comportamenti più e più volte. Tuttavia il disturbo è caratterizzato da un insieme di sintomi, piuttosto che da un unico singolo sintomo e si può osservare fin dall'infanzia di un bambino.

I medici pensavano che Asperger fosse una condizione separata. Nel 2013, invece, l'ultima edizione del libro utilizzato dagli esperti di salute mentale, chiamato The Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders (DSM-5), ha cambiato il modo in cui è classificato. Oggi, la sindrome di Asperger non è più una diagnosi di per sé, ma fa parte di una categoria più ampia chiamata "disturbo dello spettro autistico" (ASD).

Chi ne soffre tende a isolarsi ed essere molto solitari, inoltre è possibile riscontrare in loro problemi di comunicazione, l'incapacità di comprendere le intenzioni dei coetanei e di mettersi in relazione con loro. Molto spesso, inoltre, sono goffi nei movimenti e tendono a concentrarsi incredibilmente su un singolo argomento, diventando fin da subito degli "esperti". Per questo motivo il pediatra Hans Asperger - colui che diede il nome al disturbo - li definì "piccoli professori".

Oltre ad Elon Musk e Greta Thunberg, secondo gli esperti perfino Isaac Newton, Charles Darwin (le cui teorie vengono accertate perfino 140 anni dopo la sua morte) e Albert Einstein avevano lo stesso disturbo. Ovviamente è importante sottolineare che il disturbo non si può autodiagnosticare, ma deve essere accertato attraverso perizie mediche, mediante consultazioni da psicologi o da psichiatri.

Quanto è interessante?
2