Ecco gli accessori supportati da iPad Pro via USB-C. Niente memorie esterne

Ecco gli accessori supportati da iPad Pro via USB-C. Niente memorie esterne
di

Tra le principali novità introdotte da Apple in iPad Pro da 11 e 12,9 pollici figura senza dubbio la presenza dell'ingresso USB-C, che ha preso il posto della porta Lightning e consente di connettere anche accessori di terze parti al tablet.

Le differenze rispetto ai MacBook sono ovviamente tante. iPad Pro non include il connettore Thunderbolt, ma una porta USB-C 3.1 di seconda generazione, che consente comunque di connettere un monitor 5K con framerate di 60fps.

Gli utenti potranno quindi collegare al tablet display esterni, che in alcune applicazioni come Keynote offriranno funzionalità dedicate. Ad esempio, gli utenti potranno collegare il tablet ad un televisore per guardare Netflix o le fotografie e filmati presenti sul dispositivo. E' doveroso sottolineare che è necessario un cavo USB che supporti connessioni a larghezza di banda elevata, che include i cavi USB-C presenti nelle confezioni di molti monitor, ma ne sono disponibili vari sia su Amazon che direttamente sull'Apple Store.
Anche se l'iPad non supporta il Thunderbolt, i cavi sono retrocompatibili e possono essere tranquillamente utilizzai.
Per i monitor che non dispongono di porte USB-C, e che sono basati sull'interfaccia HDMI o altre, sarà ovviamente necessario un dongle o adattatore. iPad Pro supporta gli adattatori per l'output basati sulla specifica HDMI 2.0, che offrono una risoluzione massima di 4K a 60 Hz e gli standard HDR10 e Dolby Vision.

Come mostrato durante il keynote, la porta USB-C di iPad Pro può anche essere utilizzata per ricaricare altri dispositivi come l'iPhone, ad una velocità di ricarica di 7,5W.

Per le memorie esterne generiche, non è previsto alcun tipo di supporto. Gli utenti non potranno collegare unità flash USB-C per scorrere i file nell'applicazione dedicata. Si tratta di una limitazione importante, che molti sviluppatori hanno chiesto ad Apple di eliminare con i prossimi aggiornamenti software.
E' però possibile utilizzare l'app Foto per importare fotografie e video via USB, ad esempio su un hard disk che può essere collegato all'iPad per effettuare l'importazione tramite la scheda dedicata nell'applicazione. Ovviamente la funzione è aperta anche alle fotocamera, molte delle quali sono dotate di porte USB-C o mini USB-C. Basta un cavo con uscita USB-C per poter effettuare il trasferimento e ritoccare le foto. Lo stesso vale anche per l'importazione da micro SD, ma chiaramente in questo caso è necessario l'adattatore dedicato come quello venduto da Apple. iPad Pro però supporta anche trasferimenti veloci con schede UHS-II.

Fronte tastiere, hardware e cavi ethernet, iOS non consente l'installazione di driver aggiuntivi. iPad Pro però supporta le tastiere e l'ethernet per connettersi alla ree via cavo. L'ingresso USB-C supporta anche altoparlanti, microfoni o dispositivi MIDI, con le limitazioni d'alimentazione che ovviamente variano a seconda della potenza.

Infine, è possibile anche collegare un hub multiporta per collegare tutti i dispositivi contemporaneamente.

FONTE: 9to5mac
Quanto è interessante?
4

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it