di

Samsung ha da poco svelato in via ufficiale, nel corso dell'evento Unpacked 2018, i due smartphone top di gamma per il 2018, il Galaxy S9 ed il Galaxy S9 Plus di cui negli ultimi giorni vi abbiamo a lungo parlato su queste pagine. Trovano conferma tutte le indiscrezioni emerse sul web.

Il vero top di gamma 2018, però, è a tutti gli effetti il Galaxy S9 Plus. Il dispositivo è caratterizzato dalla presenza di ben 6 gigabyte di RAM, due in più rispetto all'S9 "normale", ma la novità più importante è rappresentata dalla presenza della doppia fotocamera posteriore, che abbiamo già visto all'opera nel Galaxy Note 8 ma qui rivista nelle specifiche. Si tratta di due sensori spostati e posti verticalmente rispetto al predecessore: uno è da 12 megapixel con stabilizzazione ottica dell'immagine, con ottica tradizionale, ed un altro da 12 megapixel con ottica telephoto. La fotocamera frontale, invece, è da 8 megapixel, ma la novità più importante da questo fronte è rappresentata da Emoji AR, la risposta di Samsung ad Anomoji di Apple ed iPhone X.

Samsung, come ampiamente preventivato già dall'invito, si è focalizzata massicciamente sul comparto fotografico, apportando miglioramenti sostanziali che, dati alla mano, porteranno ad una riduzione del rumore del 30 per cento rispetto all'S8 in condizioni di scarsa luminosità. Sia su Galaxy S9 che Galaxy S9 Plus è disponibile l'apertura variabile da f/1.5 ad f/2.4, gestita in modo automatico dal telefono.

A livello software troviamo l'introduzione della modalità Super Slow Motion, che consentirà agli utenti di registrare filmati ad un framerate di addirittura 960fps. Inutile dire invece che a 60 fps sarà possibile girare video in 4K.

Le modifiche alla fotocamera non si concludono qui, perchè Bixby potrà finalmente accedere ad essa.

La scheda tecnica della variante europea è composta da uno schermo AMOLED da 5,8 pollici con risoluzione di 2960x1440 pixel e densità di 570ppi sul Galaxy S9, e 6,2 pollici con stessa risoluzione e densità di 529ppi sull'S9 Plus. Il processore, invece, è l'Exynos 9810 proprietario, realizzato con processo produttivo da 10 nanometri e composto da otto core: quattro ad alte prestazioni da 2,7 Ghz ed altrettanti core da 1,7 Ghz. La GPU invece è la GPU Mali-G72, mentre la memoria interna di entrambi, da 64 gigabyte, potrà essere espansa attraverso microSD fino a 400 Gigabyte.

Interessante anche notare che nel nostro mercato approderà, finalmente, la variante Dual SIM. A livello di connettività il Galaxy S9 e Galaxy S9 Plus supporterà la connettività LTE di Cat 18 e MIMO 4x4, oltre al Bluetooth 5.0, GPS, Galileo, BeiDou e WiFi a/b/g/n/ac Dual Band.

I due dispositivi sono caratterizzati da differenze importanti a livello di batteria, le stesse viste lo scorso anno: il Galaxy S9 sfrutta una batteria da 3.000 mAh, mentre la versione Plus ne include una da 3.500 mAh. Le batterie possono essere ricaricate sia attraverso USB-C che via wireless.
Modificata anche la posizione del lettore di impronte posteriore, posto questa volta al centro, contro il sensore laterale visto lo scorso anno.

FONTE: SLASHGEAR
Quanto è interessante?
4